• Articolo , 25 giugno 2009
  • Dal 1° luglio certificazione energetica obbligatoria per ventimila abitazioni

  • L’Anea propone con la Napoletanagas «EnergyNetwork», rete cui possono aderire gratuitamente tecnici e imprese

Dopo oltre tre mesi dall’approvazione in Consiglio di ministri entra in vigore il regolamento che ridefinisce le metodologie di calcolo e i requisiti minimi per la prestazione energetica degli edifici e degli impianti termici. Sistemi di climatizzazione invernale, preparazione dell’acqua calda per usi igienici sanitari. Le nuove norme si applicheranno alle nuove costruzioni, all’edilizia pubblica e privata e alle ristrutturazioni degli edifici esistenti. Per tutte le categorie di edifici pubblici e privati, è obbligatorio l’utilizzo di fonti rinnovabili per la produzione di energia termica ed elettrica. Dal primo luglio entrerà in vigore difatti l’obbligo di dotare di attestato di certificazione energetica le singole abitazioni, sottoposte a compravendita o a locazione, stimate in circa 20 mila in Campania.

Attestato che sarà obbligatorio redigere, ma non allegare all’atto stesso, in contrasto con quanto stabilito dalla Comunità Europea che, per questo motivo, ha avviato una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia. L’attestato di certificazione energetica è uno strumento in grado di restituire trasparenza al mercato dei servizi energetici creando un circuito virtuoso che porterà ad una riduzione continua e costante dei consumi energetici degli edifici che rappresentano, secondo le stime della Anea, il 40% dei consumi complessivi. Inoltre rappresenta un’opportunità di lavoro per i tecnici del settore che saranno chiamati a redigere il certificato. L’Anea – Agenzia Napoletana Energia e Ambiente – con la Napoletanagas, propone per l’informazione e la formazione, «EnergyNetwork», una rete alla quale possono aderire gratuitamente i tecnici e le imprese che realizzano interventi di risparmio energetico, sottoscrivendo l’apposito modulo scaricabile dal sito dell’ANEA.

La rete «EnergyNetwork» si basa sul meccanismo associativo di scambio, primo in Italia, della “banca del TEP”. Il TEP (tonnellata equivalente di petrolio) è un indicatore che quantifica gli interventi di risparmio energetico; la banca del TEP consente ai tecnici e alle imprese che realizzano interventi di risparmio energetico di usufruire gratuitamente di servizi informazione, formazione, assistenza tecnica e marketing organizzati da Anea tramite «EnergyNetwork».