• Articolo , 18 novembre 2010
  • Dal DOE 30 ml per rendere “green” la rete elettrica nazionale

  • Il Dipartimento per l’Energia Usa ha avviato un piano da circa 30 milioni di dollari per rendere più efficiente e sostenibile la rete elettrica nazionale, finanziando cinque diverse aziende che con le loro tecnologie faranno diventare “smart” la national grid

(Rinnovabili.it) – Il DOE porta avanti la sua missione sull’efficienza energetica e, dopo aver messo in cantiere il “piano da 28 milioni”:http://www.rinnovabili.it/doe-288-mln-per-lefficienza-energetica-di-12-stati-801287 di dollari sul risparmio energetico degli edifici in 12 stati, ora pensa a rendere “green” anche la rete elettrica nazionale. Il Segretario all’Energia Steven Chu ha annunciato ieri il via libera a un investimento pubblico-privato da circa 30 milioni di dollari per aumentare l’affidabilità, l’efficienza e la sicurezza dell’infrastruttura elettrica. Il piano prevede uno stanziamento da 19 milioni di dollari assegnato con cinque diversi “premi” alla Areva T&D, alla Boeing Company, alla ABB, alla Varentec e alla On-Ramp Wireless per ottimizzare il network esistente. Le aziende, infatti, saranno in grado di implementare differenti soluzioni tecnologiche e tecniche in grado di trasformare quella attuale in una rete non solo più efficiente ma anche più sostenibile.
Il progetti che sono stati presentati sempre ieri al DOE supporteranno, infatti, l’amministrazione nella costruzione delle nuove infrastrutture che serviranno a portare l’energia pulita e a basso costo in tutte le case e le aziende americane. “Questi progetti – ha commentato Chu – avranno una grande importanza nella trasformazione della nostra rete. Sviluppando le tecnologie smart grid daremo soprattutto agli utenti finali la possibilità di promuovere il risparmio energetico, migliorare l’efficienza energetica delle proprie abitazioni, favorendo lo sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili”. L’istallazione di “reti intelligenti” non solo consentirà di immettere energia prodotta da “fonti verdi” nella national grid ma potrà anche contribuire a ridurre sensibilmente il costo della bolletta elettrica fornendo ai consumatori le informazioni di cui hanno bisogno per gestire al meglio il loro consumo energetico.
L’annuncio del DOE arriva a pochi giorni da “un altro importante piano”:http://www.rinnovabili.it/efficienza-energetica-negli-usa-il-nuovo-piano-rilancera-economia-e-lavoro595915 a cui ha dato corso il vicepresidente Usa Biden, il cui obiettivo principale è migliorare le performance energetiche delle abitazioni degli americani, rilanciando l’economia e garantendo un adeguato sviluppo alle aziende che operano nel comparto.