• Articolo , 11 marzo 2011
  • Dal Pd mozione contro Decreto rinnovabili

  • Ermete Realacci: il Governo rischia di fermare un treno che vale l’1% del Pil del Paese

(Rinnovabili.it) – Presentata oggi dal Pd, alla Camera dei Deputati, la mozione di modifica del decreto sulle fonti rinnovabili. La proposta, che ha come primo firmatario il capogruppo Dario Franceschini, nasce dalla volontà di ridare certezza ad un comparto e ad una politica industriale fondamentale per la nazione, impegnando il Governo “a rimediare rapidamente al grave danno prodotto all’intero settore”. A riferirlo è oggi Ermete Realacci, responsabile green economy del partito che spiega come attualmente si stia lavorando “affinché la mozione sia calendarizzata in Aula già dalla prossima settimana”.
Proposte correttive sono state presentate già nella manifestazione di ieri e altre erano state avanzate nei giorni passati dalle Commissioni parlamentari, eppure dal Governo non sembrano per ora venire segni di apertura. La mozione, spiega Realacci, riporta l’attenzione delle condizioni espresse dal Parlamento nei pareri delle commissioni competenti e dalla Conferenza delle regioni, impegnando il Governo a fare salvi gli investimenti avviati sulla base del precedente quadro normativo d’incentivazione. Con l’orientamento attuale, ha ricordato l’esponente del Pd, “si rischia invece di fermare questo treno in corsa che già oggi vale l’1% del Pil del nostro paese. […]Il Governo deve fare marcia indietro per non affossare uno dei pochi settori che nel periodo di crisi economica, in controtendenza, ha aumentato l’occupazione”.