• Articolo , 25 novembre 2010
  • Dalla BEI 300 milioni per il piano quadriennale di Terna

  • La Banca europea per gli investimenti approvato ieri a favore di Terna un prestito di 300 milioni di euro per il finanziamento del programma quadriennale di investimenti delle società italiana. Obiettivo: potenziare il sistema di trasporto dell’energia elettrica nel nostro paese garantendo più alti standard di efficienza

(Rinnovabili.it) – Un prestito da 300 milioni di euro per finanziare il programma quadriennale di investimenti di Terna: è quanto ha disposto ieri la Banca europea per gli investimenti (BEI) che ha approvato il prestito a favore del società italiana proprietaria della rete di trasmissione di energia elettrica ad alta tensione. Il prestito approvato dalla BEI servirà a potenziare il sistema di trasporto dell’energia elettrica italiana con l’obiettivo di garantire gli standard di sicurezza ed efficienza richiesti al servizio di trasmissione. Nel piano di investimenti sono compresi dieci progetti di ammodernamento e potenziamento della rete di cui beneficeranno alcune zone del Piemonte, Lombardia, Campania, Puglia, Abruzzo, Calabria e Toscana. Tra le aree di intervento ci sarà anche un contributo al potenziamento di assi prioritari quali l’interconnessione Italia-Francia.
Il prestito messo a disposizione ieri dalla BEI conferma gli ottimi rapporti tra la Banca europea per gli investimenti e Terna e sarà in grado di coprire il 46% del totale dell’investimento programmato. Il finanziamento avrà durata ventennale e sarà rimborsato in rate semestrali a partire dal quinto anno. Quello approvato ieri dalla BEI è il terzo prestito in ordine di tempo dal 2008: lo scorso anno è stato siglato un prestito di 500 milioni per il potenziamento della rete di trasmissione, mentre al 2008 risale un finanziamento di 373 milioni per il collegamento sottomarino Italia-Sardegna (Sapei).