• Articolo , 12 aprile 2010
  • Dalla Nasa il robot sottomarino che si alimenta con l’oceano

  • Finanziata dalla Marina Americana, la sonda sotto marina, che porta il nome di SOLO TREC, sfrutta i cambiamenti termici delle correnti marine per produrre energia.

(Rinnovabili.it) – Produce più energia di quanta ne consumi, la nuova sonda sottomarina realizzata nei laboratori NASA e completamente alimentata con energia rinnovabile. Si tratta di SOLO TREC (acronimo di Sounding Oceanographic Lagrangrian Observer Thermal RECharging), un veicolo autonomo robotizzato che è stato testato con successo gli scorsi tre mesi a largo delle isole Hawaii ed rivelatosi perfettamente in grado di rispondere alle proprie necessità energetiche sfruttando le variazioni delle temperature marine. Grazie ad una serie di tubi contenenti un materiale a cambiamento di fase, il robot è in grado di avvertire i cambiamenti di temperatura – ogni 10 gradi centigradi circa – nella colonna d’acqua in cui naviga: a temperature più calde il materiale si espande, mentre a profondità maggiori il materiale diminuisce il suo volume andando così ad azionare un motore idraulico che, a sua volta, ricarica le batterie in dotazione. Il risultato? Si ottiene così l’energia richiesta dai sistemi di galleggiabilità, di GPS e dagli strumenti di comunicazione che hanno già garantito alla sonda la capacità di effettuare con ottimi risultati oltre 430 immersioni a una profondità di circa 500 metri. Ad oggi ovviamente il robot rappresenta solo un prototipo ma le ricerche, condotte congiuntamente con la Marina degli Stati Uniti, lo Scripps Institution of Oceanography, e l’Università della California di San Diego, stanno determinando importanti progressi verso la creazione di una vera e propria flotta di automi marini in grado di monitorare a 360 gradi l’ambiente sottomarino.