• Articolo , 24 novembre 2008
  • Dalla Sicilia la scommessa “fonti rinnovabili”

  • A lanciare questo appello è il ministro dell’Ambiente che, durante un incontro sull’energia, ha detto che la sua Sicilia per collocazione geografica e clima è particolarmente adatta allo sfruttamento delle fonti rinnovabili

“La Sicilia può diventare punto di partenza di un modello energetico più sostenibile che punti sia alle fonti tradizionali, ma che sfrutti le migliori tecnologie sia dal punto di vista della grande sfida delle fonti rinnovabili, a cui l’Isola, per le sue condizioni climatiche e per la sua posizione, si presta particolarmente – ha illustrato il ministro dell’Ambiente durante un incontro sull’energia in Sicilia – Il governo nazionale è presente e vuole sostenere il governo regionale, che al più presto deve dotarsi del piano energetico perché senza una programmazione è chiaro che diventa difficile. A tutto ciò deve accompagnarsi un impegno dei governi nazionale e regionale per risanare il nostro territorio da alcune ferite che gli sono state inferte. Mi riferisco – ha specificato il ministro – all’ inquinamento storico. E’ un dovere delle istituzioni dello Stato partire con le famose bonifiche. Abbiamo fatto un primo accordo di programma su Augusta e credo che quello sia il modello da seguire”.