• Articolo , 22 gennaio 2008
  • Dalla svizzera la carta di credito biodegradabile

  • L’azienda svizzera InterBioCard sta lanciando sul mercato un nuovo modello di carta di credito, fabbricata partendo da elementi naturali, ma con le stesse funzionalità di quelle tradizionali in plastica. “Alla base di tutto vi è una pianta assai comune, denominata canna cinese (miscanthus sinensis), che cresce e prolifera molto facilmente su qualsiasi tipo di terreno, […]

L’azienda svizzera InterBioCard sta lanciando sul mercato un nuovo modello di carta di credito, fabbricata partendo da elementi naturali, ma con le stesse funzionalità di quelle tradizionali in plastica. “Alla base di tutto vi è una pianta assai comune, denominata canna cinese (miscanthus sinensis), che cresce e prolifera molto facilmente su qualsiasi tipo di terreno, senza necessità di cure particolari”, spiega Michel Beruben, vicepresidente di InterBioCard. Dalla canna è ricavato “innobioware”, il materiale base del prodotto finito, completamente biodegradabile nel giro di sei mesi. Al contrario delle altre biocarte presenti sul mercato, realizzate principalmente a partire da organismi geneticamente mutati, il modello basato sulla coltivazione della canna cinese presenta diversi benefici anche per il territorio, evitando l’impoverimento del suolo, prevenendo l’erosione e costituendo un habitat ideale per diverse specie animali. (fonte Swissinfo)