• Articolo , 1 marzo 2011
  • Dall’Europa 2 mln a sostegno di biodiversità e specie endemiche

  • Grazie alla somma stanziata dalla Commissione europea si potranno definire nuovi progetti per la salvaguardia delle biodiversità e delle specie endemiche delle aree ultraperiferiche e delle zone d’oltremare

(Rinnovabili.it) – Arriva dalla Commissione Europa un supplemento di 2 milioni di euro per la conservazione e l’utilizzo sostenibile della biodiversità e degli ecosistemi nelle regioni ultrea periferiche e nelle zone e nei territori d’oltremare. Conosciuto con l’acronimo *BEST*, lo schema volontario per la Biodiversità e i Servizi degli Ecosistemi nei Territori Europei d’Oltremare (Biodiversity and Ecosystem Services in Territories of European Overseas) è nato per finanziare progetti pilota in questi settori e nelle aree citate, che sono patria di eccezionale diversità biologica e ospitano numerose varietà endemiche.
Grazie al fondo aggiuntivo sarà quindi possibile sviluppare soluzioni in grado di mantenere intatti gli ecosistemi proteggendo le biodiversità anche all’interno di aree protette e provvedere al ripristino delle aree degradate promuovendo al contempo soluzioni che siano di contrasto alle conseguenze negative del cambiamento climatico e dell’innalzamento della temperatura globale, con particolare attenzione al ripristino delle mangrovie e delle barriere coralline. Il sistema sarà inoltre in grado di incoraggiare i partenariati tra le amministrazioni locali, società civile, ricercatori, proprietari terrieri con il settore privato per rafforzare la cooperazione in materia di cambiamento climatico e le questioni legate all’ambiente, in linea con gli obiettivi ambientali della sessione in corso del Forum UE OCT a Noumea, Nuova Caledonia.
La Commissione europea prevede inoltre di lanciare un invito a presentare proposte di finanziamento per il 2011 in modo da poter valutare e forse sostenere i progetti per la salvaguardia degli ambienti sensibili nelle aree in questione.