• Articolo , 25 maggio 2007
  • Dall’olio dei fast food nascerà biocarburante

  • Nel Regno Unito si sta progettando un impianto che potrà trasformare l’olio di scarto delle fritture in energia pulita. Partner dell’iniziativa sono colossi come McDonalds e Burger King

L’olio con cui in Inghilterra, e non solo, si friggono hamburger e patatine potrà essere riutilizzato. E’ quanto annuncia la società inglese Agri-Energy che ha in progetto di costruire, nella cittadina di Pembrokeshire, un impianto che riuscirà a convertire l’olio di scarto delle fritture in energia e nel quale saranno processati anche residui agricoli e animali.
Robert Behan, capo esecutivo dell’Agri-Energy, ha dichiarato: ”Il nostro diverrà un centro di eccellenza per l’energia rinnovabile, la materia prima ci verrà fornita direttamente dalle catene di ristoranti e sarà usata per alimentare un impianto da 35 MW, che darà energia ad almeno 60.000 abitazioni nonchè 200.000 tonnellate di biodiesel l’anno che saranno utilizzate principalmente dalle raffinerie locali. (fonte Ansa)