• Articolo , 24 giugno 2010
  • Daschle: per le rinnovabili il Congresso deve agire ora

  • Tasse, standard e disposizoni che regolino il mercato, la produzione e lo sviluppo delle energie rinnovabili garantirebbero la diffusione delle energie pulite e la sicurezza energetica del Pianeta. La richiesta, indirizzata al presidente Usa e al Congresso, arriva dalla neonata coalizione ‘Clean Energy’

(Rinnovabili.it) – Il senatore statunitense Tom Daschle, della neonata coalizione ‘Clean Energy’ e leader degli industriali del settore eolico, ha ribadito al presidente Obama e al Senato la necessità di un’azione immediata a favore della diffusione e dello sviluppo delle energie pulite.
“E’ giunto il momento che il Congresso agisca”, ha commentato Denise Bode, CEO di EWEA e membro della coalizione in conferenza stampa. “La nostra industria è a un bivio tra migliaia di posti di lavoro nella produzione da una parte e con le imprese e gli investitori dall’altra, che stanno a guardare per vedere se gli Stati Uniti approvano o meno una legge a sostegno delle energie rinnovabili”.
“Disposizioni per la promozione delle energie rinnovabili e politiche di efficienza hanno storicamente goduto di un sostegno bipartisan, e potrebbero portare al successo il passaggio della normativa sull’energia da parte del Congresso” ha comunicato il senatore Daschle. “Efficienza ed energie rinnovabili sono indispensabili per la costruzione di un’economia dinamica e per creare posti di lavoro, nonché per evitare emissioni di anidride carbonica rafforzando la nostra sicurezza energetica”.
La coalizione raccomanda inoltre l’adozione di almeno quattro norme fondamentali, che saranno di importanza strategica per il successo di qualsiasi pacchetto legge:

• Tasse consistenti e prevedibili e altri incentivi finanziari per i progetti e per la produzione;
• Codici di efficienza energetica e standard che comprendano gli energy efficiency resource standard (EERS);
• Standard ben definiti per le energie rinnovabili (RES);
• Disposizioni chiare per le rinnovabili nelle infrastrutture.

“L’industria del vento di oggi è un business globale” ha dichiarato Steve Dayney, CEO di REpower, produttore mondiale di turbine eoliche. “Gli investimenti andranno dove la domanda dei nostri prodotti sarà a lungo termine, con politiche coerenti, non dove si troverà un altalenante ciclo di si e no che approva e poi elimina il supporto alle energie rinnovabili. Il passaggio ad un RES federale contribuirebbe ad aprire le porte ad una ondata di investimenti nel settore produttivo degli Stati Uniti”.