• Articolo , 29 gennaio 2009
  • Daulux: l’innovazione al servizio della tradizione

  • La lastra in policarbonato alveolare Daulux, prodotta dall’azienda POLYU’ Italiana è utilizzata in varie applicazioni come coperture, tamponamenti verticali, shed e controsoffittature, dove sono richiesti alti valori di portata, di trasmissione luminosa e di isolamento. La lastra Daulux, prodotta in due larghezze standard 1250 mm e 2100 mm e in vari spessori (da 4 mm […]

La lastra in policarbonato alveolare Daulux, prodotta dall’azienda POLYU’ Italiana è utilizzata in varie applicazioni come coperture, tamponamenti verticali, shed e controsoffittature, dove sono richiesti alti valori di portata, di trasmissione luminosa e di isolamento. La lastra Daulux, prodotta in due larghezze standard 1250 mm e 2100 mm e in vari spessori (da 4 mm a 32 mm) con un’ampia gamma di colori, fornisce un guadagno energetico fino al 50% rispetto ai comuni materiali solidi: questa prestazione può essere ulteriormente migliorata se la stessa lastra Daulux viene accoppiata come parete divisoria interna o esterna a tamponamenti tradizionali. Infatti l’utilizzo nella costruzione di blocchi realizzati in materiali porizzati tradizionali e lastre in policarbonato alveolare, porta all’unione di tradizione e innovazione, in modo sicuro, vantaggioso, apportando un effettivo risparmio energetico e un elevato comfort interno.
È dunque innovativo, non solo il materiale stesso, ma anche il modo in cui i diversi componenti sono accoppiati realizzando l’opera stessa: viene notevolmente migliorato il comfort abitativo nel rispetto dell’ambiente e semplificato il lavoro in cantiere.
Daulux è dunque una lastra alveolare adatta ad applicazioni all’esterno come finestrature a nastro, coperture, lucernari, verande, coperture, shed, divisori, passaggi coperti, tettoie, serre, controsoffitti, che garantisce un’elevata trasparenza, massima durata e resistenza.
Diverse sono le tipologie di Daulux:

* Daufort 10 mm a doppia parete, con spessore esterno rinforzato, è una lastra che unisce due essenziali qualità prestazionali: la resistenza di una lastra compatta con le caratteristiche e proprietà di coibenza della lastra alveolare Daulux di spessore 10 mm. Grazie allo spessore rinforzato del lato superiore esterno ed una protezione coestrusa ad altissima concentrazione di assorbitori UV, garantisce proprietà fisiche, termiche e specialmente meccaniche (Certificate dall’Istituto Giordano) nettamente superiori ad una lastra tradizionale, nel medesimo spessore 10 mm.

* Le specifiche caratteristiche di Daulux 16 HI sono rappresentate da un elevato valore di isolamento e resistenza all’urto, avendo una struttura rinforzata a nido d’ape e alti valori di portata. L’isolamento acustico, l’elevata trasmissione luminosa, spessore di 16 mm, Valore K = 1,58 Kcal/m²h°C eValore W e U = 1,76 W/m²K, consentono a questo prodotto di inserirsi all’interno del mondo del mercato e dell’innovazione.

* Modular® 500/16-20-40: Sistema modulare ad incastro in policarbonato alveolare per tamponamenti verticali industriali. È formato da lastre modulari estruse in policarbonato con struttura alveolare ad “X” per la realizzazione di tamponamenti verticali industriali, disponibile con spessore 16 mm, 20 mm e 40 mm, ed ha una larghezza modulare di 500 mm, ed è dotato di bordi maschio-femmina che permettono un semplice incastro a tenuta delle lastre, senza ricorrere a dei profili di giunzione, per assicurare un pratico e robusto gruppo autoportante facilmente assemblabile. E’ garantita un’ottima finitura sia dal punto di vista estetico che prestazionale: il sistema Modular 500/16-20-40 è completato da profili di contenimento in alluminio e da accessori di finitura, staffette e barra di rinforzo che ne garantiscono la tenuta e l’autoportanza. Le caratteristiche sono: elevato valore di trasmissione luminosa, dovuta alle proprietà ottiche del materiale base, ossia il policarbonato, l’assoluta planarità della superficie e un’elevata proprietà termoisolante, proprietà autoestinguenti (Classe 1 / Euroclasse B s1 d0), in quanto esenti da gocciolamento e non contribuiscono, in caso di incendio, alla propagazione della fiamma e dei gas tossici.

La caratteristica fondamentale delle lastre Daulux consiste nel mantenimento delle proprietà meccaniche entro un ampio campo di temperature. La prolungata esposizione ad alte temperature non ne altera la resistenza e rigidità. Ad 82° C di esposizione continua, la materia prima e quindi anche le lastre Daulux, conservano l’85% del loro modulo in flessione calcolato a temperatura ambiente. La protezione contro gli agenti atmosferici e i danni accidentali, garantisce una resistenza all’urto superiore rispetto al vetro: la resistenza rimane pressoché invariata entro l’ampio spettro di temperature di impiego consentito.
Le lastre sono protette su un lato con uno strato coestruso di policarbonato ad alta concentrazione di assorbitori UV. L’omogenea distribuzione dello strato coestruso preserva (anche se limitatamente nel tempo) l’insorgere di fenomeni di ingiallimento sovente accompagnati da infragilimento meccanico della lastra. Prove estese sulle materie prime utilizzate garantiscono uno sviluppo limitato dell’ingiallimento dopo l’esposizione e invecchiamento accelerato.
Come già accennato le lastre Daulux consentono un risparmio energetico che raggiunge valori del 50% rispetto a materiali tradizionali a singolo strato. I benefici aumentano quando le lastre Daulux vengono utilizzate come seconda parete interna o esterna a vetrature tradizionali.
Il contenimento dei consumi è l’obiettivo finale: primaria è l’attenzione al risparmio energetico, all’efficienza negli edifici e ad una progettazione sostenibile: si nota la necessità di soluzioni tecnologiche ed architettoniche il cui fine sia quello di generare progetti poco energivori e minormente inquinanti, con un basso livello di emissioni di CO2, tenendo come fattore principale l’impatto ambientale che genera l’opera e il suo consumo di territorio e risorse.