• Articolo , 16 febbraio 2010
  • Decisivo CdA dell’Acea per il rapporti con Gdf-Suez

  • A meno di sorprese dopo il rinvio della settimana passata, domani pomeriggio il CdA di Acea dovrà definire gli accordi con Gdf-Suez. Il Consiglio, presieduto da Marco Staderini, l’amministratore delegato di Acea, potrebbe optare per chiudere i negoziati con i francesi arrivando a proporre a Gdf, azionisti con il 10% circa e partner nelle joint […]

A meno di sorprese dopo il rinvio della settimana passata, domani pomeriggio il CdA di Acea dovrà definire gli accordi con Gdf-Suez. Il Consiglio, presieduto da Marco Staderini, l’amministratore delegato di Acea, potrebbe optare per chiudere i negoziati con i francesi arrivando a proporre a Gdf, azionisti con il 10% circa e partner nelle joint venture elettriche in AceaElectrabel, la soluzione di un arbitrato internazionale. All’ordine del giorno anche la delibera di emissione di bond da 500 milioni di euro a 10 anni riservato ad investitori istituzionali.
Se Staderini, percorresse davvero la strada dell’arbitrato, potrebbe essere la mossa che chiude le trattative con i francesi e apre uno scontro legale per il mancato rispetto del contratto di esclusiva, da parte francese, soprattutto in merito alla clausola di concorrenza.
Per il Cda, dunque, domani potrebbe essere l’ultima occasione per un accordo in extremis.