• Articolo , 30 novembre 2007
  • Decoder Tv: sulla bolletta lo stand-by costa 70 milioni di euro ogni anno

  • Quasi tutti i modelli di ricevitori digitali terrestri e satellitari utilizzano la stessa quantità di energia elettrica sia da accesi che in stand-by, con un consumo dai 3-4 watt dei modelli più attenti al risparmio energetico fino ai 12-13 di alcuni Sky Box. È quanto emerge da un’inchiesta pubblicata sull’ultimo numero di “AF Digitale”, che […]

Quasi tutti i modelli di ricevitori digitali terrestri e satellitari utilizzano la stessa quantità di energia elettrica sia da accesi che in stand-by, con un consumo dai 3-4 watt dei modelli più attenti al risparmio energetico fino ai 12-13 di alcuni Sky Box. È quanto emerge da un’inchiesta pubblicata sull’ultimo numero di “AF Digitale”, che ha confrontato 17 modelli diversi di decoder, scoprendo che solo uno, un modello Philips, una volta messo in stand-by riduce davvero i suoi consumi. Tenendo conto dei circa 3,5 milioni di abbonati a Sky e dei circa 5 milioni di possessori di decoder digitale terrestre, si stima che la potenza impegnata per 24 ore al giorno dagli italiani solo per lo stand-by di questi apparecchi supera i 50 MW, cioè la potenza di un paio di piccole centrali elettriche. Ciò equivale ad una perdita su base annua, a livello nazionale, pari a 70 milioni di euro. (Fonte Il Sole 24 Ore)