• Articolo , 1 agosto 2010
  • Decrescifest: per una vita più sostenibile

  • Aria e fuoco, terra e acqua. I quattro elementi che costituiscono la matrice tematica per riflettere, individuare strumenti e agire nella direzione di un nuovo equilibrio tra uomo e ambiente. In chiave sostenibile. Questo il punto di partenza della seconda edizione di “Decrescifest-Nuovi stili di vita sostenibili” (oltre mille i partecipanti nel 2009), l’ecohappening organizzato […]

Aria e fuoco, terra e acqua. I quattro elementi che costituiscono la matrice tematica per riflettere, individuare strumenti e agire nella direzione di un nuovo equilibrio tra uomo e ambiente. In chiave sostenibile. Questo il punto di partenza della seconda edizione di “Decrescifest-Nuovi stili di vita sostenibili” (oltre mille i partecipanti nel 2009), l’ecohappening organizzato da MIZ-Movimento Impatto Zero, Viaterrea, Macroedizioni e Senso Civico Cesena con il patrocinio del Comune di Cesena e della Provincia di Forlì-Cesena per le giornate dell’11 e del 12 settembre 2010 a Villa Silvia a Lizzano di Cesena. Due giorni di incontri, laboratori, spunti e confronto per promuovere fonti rinnovabili e mobilità sostenibile, percorsi di educazione ambientale e al benessere, risparmio energetico e “trucchi” quotidiani per essere più “sostenibili”. Partendo dall’assunto degli organizzatori che “decrescita” non equivalga a regressione o condizioni peggiori, bensì sia sinonimo di felicità.

Quattro quindi le dimensioni di “Decrescifest 2010”: acqua, aria, terra e fuoco. Muovendo da qui, ecco il pretesto per parlare di diritto all’acqua pubblica (Acqua), inquinamento da smog e mobilità sostenibile (Aria), metodologie di smaltimento dei rifiuti, energia e produzione da fonti rinnovabili (Fuoco), agricoltura biologica e consumo del territorio (Terra).
Tra gli appuntamenti in agenda, il Farmer Merket con i produttori locali, spazi culturali e informativi – in collaborazione con le associazioni locali del territorio che partecipano all’organizzazione dell’evento-, attività di animazione e gioco a cura delle associazioni di volontariato, il centro benessere con esempi pratici di Yoga e massaggi Shiatsu.

Vasta e articolata anche quest’anno la proposta di laboratori: da quello con esempi pratici sulle riparazioni delle biciclette a quelli per insegnare ai bambini a costruire giocattoli a partire da materiale riciclato, dall’utilizzo dei pannolini lavabili all’autoproduzione del sapone e della birra.
Nella giornata di sabato 11 settembre, ricco il programma di incontri, con la presentazione dei Gruppi di Acquisto Solidali romagnoli e quella dei progetti ecosostenibili del Comune di Cesena, alcuni esempi virtuosi di mobilità sostenibile e una tavola sul consumo del territorio che muoverà dalla proiezione del film “Il suolo minacciato”.
Domenica 12 spiccano invece l’esercizio di democrazia partecipata “Mettiamoci d’accordo”, l’approfondimento “Acqua bene comune”, la proiezione del documentario “Vivere senza petrolio”. In chiusura, la tavola rotonda “Oltre il picco”.