• Articolo , 19 luglio 2010
  • Defra: definito il piano green per i prossimi quattro anni

  • Sostegno all’agricoltura e alla sostenibilità della produzione alimentare, al risparmio della risorsa idrica, e alla riduzione degli sprechi. Il piano quadriennale del Defra ha a cuore l’ambiente e la qualità della vita

(Rinnovabili.it) – Il Dipartimento britannico per l’Ambiente, il Cibo e gli Affari Rurali (“Defra”:http://ww2.defra.gov.uk/) ha reso pubblici gli intenti green per i prossimi quattro anni mediante la presentazione di tre scenari ipotetici per attuare tagli, rispettivamente del 25, 40 e 50%, all’interno del bilancio del servizio. Nonostante la riduzione del budget nell’ordine del 50% decisa dal Governo, il Dipartimento ha definito oggi i punti su cui intende agire, consegnati al Tesoro affinché vengano prese le decisioni che saranno definitive a partire dal prossimo autunno. “Lavoreremo per tutta l’estate su come saremo in grado di risparmiare e definire il budget finale per il parlamento, che sarà annunciato il 20 ottobre”, ha dichiarato un portavoce del Defra lo scorso 16 luglio in occasione dell’annuncio del piano.
Le rivelazioni arrivano proprio nel giorno in cui il Dipartimento ha ufficialmente presentato le sue priorità per i prossimi quattro anni come parte dello Structural Reform Plan (SRP), che mira a stabilire obiettivi chiari e quantificabili per ogni reparto della Whitehall.
Le dieci pagine presentate contengono le priorità del progetto a salvaguardia del sostegno e dello sviluppo dell’agricoltura britannica con particolare attenzione alla produzione alimentare sostenibile migliorando l’ambiente al fine di ottenere influssi positivi anche sulla biodiversità e sulla qualità della vita; tra gli obiettivi in calendario anche il supporto all’economia affinché si rafforzi e sia più sostenibile anche nella lotta e nel contrasto ai cambiamenti climatici.
L’impegno nei confronti delle risorse continuerà con la promessa della redazione di informative a carico del settore idrico, a garanzia di un uso più razionale ed efficiente dell’acqua con attenzione anche a misure per la protezione della fauna e degli spazi verdi.