• Articolo , 18 febbraio 2011
  • Delegazione francese si informa da ass. Laimer sulle strategie climatiche 2050 dell’Alto Adige

  • Venti rappresentanti del Parco tecnologico MACEO di Clermont Ferrand, seguiti nella visita altoatesina dal TIS innovation park e dalla Ripartizione acque pubbliche ed energia, ha aascoltato con vivo interesse le strategie predisposte dalla Provincia di Bolzano in campo enregetico per il 2050. L’obiettivo, come ha spiegato l’assessore Laimer è di giungere alla riduzione radicale del […]

Venti rappresentanti del Parco tecnologico MACEO di Clermont Ferrand, seguiti nella visita altoatesina dal TIS innovation park e dalla Ripartizione acque pubbliche ed energia, ha aascoltato con vivo interesse le strategie predisposte dalla Provincia di Bolzano in campo enregetico per il 2050. L’obiettivo, come ha spiegato l’assessore Laimer è di giungere alla riduzione radicale del consumo energetico portando le emissioni pro capite di CO2 dagli attuali 5,1 tonnellate a 1,5 tonnellate all’anno per il 2050. A tal fine si punterà sempre più sulle nergie rinnovabili; attualmente il fabbisogno energetico complessivo, senza il traffico, è coperto per il 56 per cento con energie rinnovabili, nel 2020 sarà coperto per il 75 per cento per giungere al 90 per cento nel 2050. A tal fine oltre al ricorso alle fone energetiche rinnovabili, si punta al risparmio energetico e all’efficienza energetica. In questa direzione è da intendersi il progetto vincente CasaClima.
La delegazione francese al termine della visita ha espresso l’intenzione di attivare collaborazioni con gli enti altoatesini.