• Articolo , 22 marzo 2010
  • Desertec, EGP entra a far parte della joint venture del deserto

  • Francesco Starace, presidente di Enel Green Power ha annunciato l’adesione al progetto energetico più ambizioso al mondo: “Siamo lieti di entrare a far parte oggi di Desertec”

(Rinnovabili.it) – Desertec, progetto energetico incentrato sull’applicazione di tecnologie rinnovabili in zone desertiche al fine di generare energia pulita, sta allargando il numero dei partecipanti. Aderendo alla joint venture Desertec Industrial Initiative (Dii); da oggi, infatti, anche Enel Green Power (EGP), società di Enel impegnata nel settore delle energie pulite, farà parte del più grande progetto energetico mondiale insieme a First Solar (Usa) Saint Gobain (Francia) Nareva (Marocco) e Red Electrica (Spagna).
Puntando sulla collaborazione tra Europa, Africa settentrionale e Medio Oriente si cercherà di sfruttare le potenzialità del deserto istallando moduli solari e rotori eolici per la produzione di energia per le popolazioni locali con l’intento di portare oltremare la corrente attraverso condotti sottomarini e cercando così di fornire al Vecchio Continente il 15% del fabbisogno energetico con un investimento che si dovrebbe aggirare intorno ai 400 miliardi di euro.
“Siamo lieti di entrare a far parte oggi di Desertec, un’importante iniziativa che prevede lo sviluppo di un mix di varie tecnologie per la produzione di energia da fonti rinnovabili nel Medio Oriente e nel Nord Africa – ha comunicato Francesco Starace, presidente di EGP – Sosterremo fortemente l’iniziativa insieme ai nostri partner, potendo apportare la nostra expertise nel settore geotermico, la nostra capacità nel settore eolico nonché il nostro impegno nello sviluppo di nuove tecnologie sia nel fotovoltaico, sia nel solare termodinamico, in particolare con Archimede”.