• Articolo , 11 maggio 2010
  • Desertificazione. Progetto di sensibilizzazione degli studenti

  • “SoS desertificazione” e’ il tema del progetto di sensibilizzazione degli studenti ai temi della desertificazione che ha avuto inizio nello scorso mese di novembre e che si concluderà mercoledì 12 con un seminario che si terrà presso l’auditorium dell’assessorato regionale al Territorio e Ambiente, a partire dalle ore 9,30. Di fronte allo scenario della desertificazione […]

“SoS desertificazione” e’ il tema del progetto di sensibilizzazione degli studenti ai temi della desertificazione che ha avuto inizio nello scorso mese di novembre e che si concluderà mercoledì 12 con un seminario che si terrà presso l’auditorium dell’assessorato regionale al Territorio e Ambiente, a partire dalle ore 9,30.
Di fronte allo scenario della desertificazione la scuola e’ stata chiamata a fornire alle nuove generazioni strumenti conoscitivi e mezzi di valutazione affinché essi siano in grado di meglio comprendere i fenomeni e di acquisire comportamenti e regole responsabili ed efficaci che consentano di riequilibrare il rapporto uomo-ambiente. Tra gli obiettivi del progetto: conoscere i fattori e le azioni antropiche che favoriscono il processo di desertificazione, saper riconoscere sul proprio territorio quali sono i fattori che maggiormente favoriscono tale fenomeno; educare alla consapevolezza del rapporto sinergico uomo-territorio, alla responsabilità sociale e all’interculturalità. Stimolare la scoperta sul proprio territorio di habitat ad elevato valore ecologico da salvaguardare; suscitare la necessità di modificare comportamenti personali. Un plauso per l’iniziativa, per gli operatori dell’assessorato e per le scuole che vi hanno aderito e’ stato rivolto dall’assessore regionale all’Ambiente, Roberto Di Mauro secondo cui “L’educazione alla sostenibilità ambientale, attraverso progetti educativi mirati, sono tra i progetti che questo assessorato porta avanti da qualche anno. La scuola e le famiglie – ha aggiunto – sono i mezzi per far comprendere alle nuove generazioni una nuova educazione verso i temi dell’ambiente. Gli alunni che hanno partecipato a questo progetto hanno appreso l’importanza delle funzioni svolte dagli ecosistemi naturali, dal bosco, dall’agricoltura, dal suolo e dall’acqua ai fini della sopravvivenza dell’uomo; hanno conosciuto i fattori antropici che maggiormente li possono influenzare e comprendere il rapporto che lega le aree utilizzate dall’uomo in modo sostenibile e le aree utilizzate in modo non sostenibile”.
Le scuole coinvolte nel progetto sono state il Liceo scientifico “Galilei” di Palermo, l’Istituto “Majorana” di Palermo, l’Istituto industriale “Torricelli” di Sant’Agata di Militello (ME), l’istituto agrario “Angelo di Rocco” di Caltanissetta e l’Istituto agrario “Damiani” di Marsala. Il progetto didattico ha permesso di intraprendere un percorso comunicativo, mediante competenze professionali diversificate (Agronomi, Geologi,…) che vede al centro del dialogo da un lato i principali fattori responsabili del processo della desertificazione (cambiamenti climatici globali, incendi boschivi, agricoltura intensiva, eccessivo sfruttamento delle risorse idriche, ecc.) e dall’altro le azioni antropiche che possono contrastarli (razionalizzazione delle risorse idriche, lotta agli incendi, agricoltura ecocompatibile, ecc.). Il fenomeno della desertificazione interessa anche la Sicilia e soprattutto le aree più aride e sub-umide.
I lavori del seminario, presieduto dalla D.ssa Rosanna Giordano, sarà aperto da Vincenzo Sansone, Dirigente del servizio 4 dell’assessorato. Interverranno i dirigenti e gli alunni degli istituti scolastici che hanno partecipato al progetto.