• Articolo , 14 aprile 2010
  • Di cotone per una spesa più verde

  • Cotone batte plastica per rendere più ecocompatibile la spesa. Al via Porta la sporta, la campagna del Comune di Milano contro l’uso e l’abuso delle borse di plastica “usa e getta”. L’iniziativa è promossa dall’Associazione Comuni Virtuosi che riunisce 35 Comuni italiani impegnati nella realizzazione di politiche tese al raggiungimento di una maggiore sostenibilità ambientale. […]

Cotone batte plastica per rendere più ecocompatibile la spesa. Al via Porta la sporta, la campagna del Comune di Milano contro l’uso e l’abuso delle borse di plastica “usa e getta”. L’iniziativa è promossa dall’Associazione Comuni Virtuosi che riunisce 35 Comuni italiani impegnati nella realizzazione di politiche tese al raggiungimento di una maggiore sostenibilità ambientale.

Duemila borse a rete in cotone e tremila volantini informativi saranno poi distribuiti dall’Assessore all’Ambiente nei mercati rionali, durante la settimana che va dal 17 al 24 aprile, per informare i cittadini sul disastro ambientale provocato dall’uso degli shopper di plastica monouso.

Le sportine in rete, pur pesando solo 27 grammi – nemmeno l’equivalente di 2 bustine di lievito – e avendo un ingombro così ridotto da potere essere riposte nella tasca laterale di una qualsiasi borsa, hanno una portata di ben 15 kg, quindi sono estremamente robuste e capienti. Inoltre sono realizzate in fibra naturale, completamente biodegradabile.

“Sarò – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Paolo Massari – martedì 20 al mercato di via Eustachi e giovedì 22 in via San Marco, dalle 10 alle 12. Non si tratta tuttavia di una semplice campagna contro l’uso degli shopper in plastica, ma di un’iniziativa contro lo spreco di qualsiasi sacchetto o imballaggio, anche realizzato con materiale biodegradabile, che viene utilizzato solo per pochi minuti per poi essere gettato o, peggio, per essere ‘dimenticato’ nell’ambiente, che può impiegare decenni a smaltirlo”.

“Dal 2011 – ha proseguito Massari – l’utilizzo dei sacchetti di plastica monouso sarà vietato dalla normativa europea, ma noi vogliamo anticipare i tempi informando sin d’ora i cittadini sul reale ‘indotto ambientale’ delle borse in plastica e inducendo così per tempo la modifica delle abitudini verso comportamenti eco responsabili”.

Una apposita sezione sul sito del Comune, accessibile tramite un banner in home page, sarà dedicata anche ai negozianti per scaricare locandine da affiggere sulle proprie vetrine, che inducano i clienti all’uso di borse riutilizzabili.

Sul sito, inoltre, si trova anche materiale divulgativo per le scuole, liberamente scaricabile e utile per informare gli studenti e sensibilizzarli ad un uso responsabile degli imballaggi.