• Articolo , 21 novembre 2008
  • Direttive Ambiente UE: inefficaci senza controlli

  • Il PE avanza la richiesta di istituire una forza ispettiva comunitaria per verificare l’effettivo adempimento alle disposizioni europee in materia di ambiente al fine di renderle efficaci

Il Parlamento Europeo chiede maggiori controlli in campo ambientale, sostenendo che disciplinare questo delicato campo attraverso raccomandazioni non vincolanti o l’inserimento di specifici criteri giuridicamente vincolanti, rischierebbe di risultare inefficace senza un’adeguata azione di controllo sul reale adempimento, da parte degli Stati membri, alle disposizioni in materia. Il PE pertanto richiede alla Commissione Europea di presentare entro l’anno prossimo una proposta di direttiva per rafforzare il sistema europeo di controlli per la difesa dell’ambiente anche arrivando all’istituzione di una task force, ovvero di una forza ispettiva comunitaria. Sintomo di un sentire comune è stata la larga maggioranza con la quale la richiesta è stata approvata all’assemblea di Strasburgo. Gli europarlamentari infatti ritengono necessaria un’azione incisiva, da parte di Bruxelles, per assicurare un’applicazione corretta e uniforme, delle norme Ue in materia di ambiente in tutti i 27 Stati membri.