• Articolo , 20 giugno 2011
  • DOE, 275 mln per la purificazione economica del polisilicio

  • Un prestito da 275 milioni di dollari permetterà alla Calisolar di portare avanti e perfezionare un innovativo metodo di purificazione del polisilicio, in grado di dimezzare il costo dei moduli fotovoltaici

(Rinnovabili.it) – Arriva direttamente dal DOE, il Dipartimento statunitense dell’energia, l’annuncio di un prestito da 275 milioni di dollari in favore della Calisolar, che ha dichiarato di voler impiegare il denaro per ampliare il processo di purificazione del polisilicio con l’intento di ridurre drasticamente il costo dei moduli solari fotovoltaici.
Già sceso del 33% il prezzo del polisilicio rimane comunque ancora superiore rispetto al costo di carbone e gas naturale, bloccando così l’espansione del fotovoltaico ma la Calisolar ha dichiarato che il processo di purificazione da loro utilizzato costa la metà rispetto ai sistemi tradizionali in quando utilizza materiali meno pregiati e consuma molta meno energia. In questo modo i costi di lavorazione del polisilicio sono stati stimati intorno ad un sesto rispetto ai tradizionali processi di lavorazione, con la rassicurazione da parte del DOE che il prodotto finale ha la stessa efficienza del materiale ottenuto da una lavorazione convenzionale, più costosa e altamente energivora.

A pieno regime, lo stabilimento Calisolar dell’Ohio prevede di produrre circa 16.000 tonnellate metriche di silicio l’anno, equivalente a 2GW di potenza solare istallata.
“Questo processo di produzione innovativo offre significativi vantaggi competitivi che aiuteranno gli Stati Uniti ad innovare e competere con i nostri concorrenti mondiali”, ha detto il ministro dell’Energia Steven Chu. “Questo progetto fa parte del nostro impegno per sostenere importanti innovazioni che creino posti di lavoro, rafforzino la nostra base produttiva e posizionino la nazione come leader globale nel solare”.