• Articolo , 13 settembre 2010
  • DOE: 28,8 mln per l’efficienza energetica di 12 stati

  • Dodici stati impegnati nell’efficientamento energetico di abitazioni ed imprese sostenute dall’intervento del DOE che stanzia un fondo a sostegno dei progetti nell’edilizia residenziale e commerciale

(Rinnovabili.it) – Dodici stati americani riceveranno a breve 28,5 milioni di dollari dal “DOE”:http://www.energy.gov/, il Dipartimento dell’Energia statunitense, per il finanziamento di progetti di efficienza energetica a vantaggio di abitazioni ed imprese. Il premio dello “State Energy Program”:http://www1.eere.energy.gov/wip/sep.html è stato diviso in due categorie: 25,5 milioni per lo sviluppo dei “retrofit market” legati all’edilizia residenziale e commerciale e tre milioni assegnati al sostegno degli stati, affinché possano stabilire criteri e programmi quadro per investire nell’efficienza energetica.
Per l’edilizia quindi Massachusetts, Alabama, Virginia e Washington riceveranno ciascuno la somma di 2.6-3 milioni per rinnovare oltre 12.000 abitazioni entro il 2013; al Nevada andranno 5 milioni a favore della ristrutturazione del 5% delle case unifamiliari entro il 2021, mentre il Maine utilizzerà 4,5 milioni per rinnovare gli edifici. In Michigan i circa 5 milioni a disposizione saranno adoperati per l’efficientamento energetico del 2% dei locali di vendita alimentare al dettaglio, tra cui anche ristoranti, entro il 2013.
Altri cinque stati, Portorico, Alaska, Texas, Mississippi e Kentucky riceveranno ognuno 500mila-700mila dollari a sostegno dell’educazione alla conservazione, della raccolta e verifica dei dati degli usi finali dell’energia, integrazione dell’efficienza energetica nei programmi a sostegno delle risorse energetiche.
“I progetti dimostreranno l’elevato tasso di ritorno legato agli interventi di risparmio energetico nelle case e nelle imprese, apporteranno significativi benefici a lungo termine per le comunità locali e agiranno come un modello per future partnership energetiche sia nel pubblico che nel privato”, ha riferito il Segretario all’Energia Steven Chu.
Con tali interventi le previsioni del DOE parlano di un risparmio energetico che si aggirerà intorno al 40%, garantendo una minore produzione di emissioni dannose e minori costi energetici in bolletta.