• Articolo , 11 giugno 2010
  • Dolomiti Energia Rinnovabili sbarca nel Lazio

  • Dolomiti Energia Rinnovabili sbarca in Lazio alla guida di un pool di aziende trentine. L’azienda del Gruppo Dolomiti Energia che si occupa di fotovoltaico ed energie rinnovabili ha annunciato oggi la firma di un importante accordo con Italplant per la realizzazione nella zona di Latina di un grande impianto di serre fotovoltaiche. L’impianto sarà realizzato […]

Dolomiti Energia Rinnovabili sbarca in Lazio alla guida di un pool di aziende trentine.
L’azienda del Gruppo Dolomiti Energia che si occupa di fotovoltaico ed energie rinnovabili ha annunciato oggi la firma di un importante accordo con Italplant per la realizzazione nella zona di Latina di un grande impianto di serre fotovoltaiche.
L’impianto sarà realizzato sulla copertura monofalda di 22 nuove serre permettendo di valorizzare lo spazio disponibile sul tetto altrimenti inutilizzato e allo stesso tempo di ottenere un effetto ombreggiante che favorisca lo sviluppo delle tipologie di piante ombrofile (asparagi, etc.) coltivate nelle serre.

La superficie totale occupata dall’impianto, che avrà una potenza installata pari a 2300 kWp, sarà pari a quasi 16.000 mq. su un lotto di oltre 35.000 mq. I moduli fotovoltaici utilizzati saranno oltre 9700 del tipo sia poli che monocristallino e garantiranno una produzione media annua di oltre 3.100 MWh, pari al consumo medio annuo di oltre 1000 famiglie.
I lavori di realizzazione inizieranno nelle prossime settimane e dureranno circa 4 mesi.

Italplant per la realizzazione di questo intervento prevede un investimento di 9,5 milioni di euro, che avrà un ritorno economico in soli 7 anni grazie all’accesso agli incentivi del Conto energia e alla cessione dell’eventuale energia prodotta oltre le necessità di autoconsumo. Una volta ammortizzato il costo dell’impianto rimarrà la produzione di energia da una fonte rinnovabile, ecologica e sopratutto gratuita.

Dolomiti Energia Rinnovabili coordinerà tutto il progetto, garantendo un impianto chiavi in mano, grazie alla partnership con un team tutto Trentino. Oltre a Dolomiti Energia Rinnovabili collaboreranno al progetto l’azienda Tama di Mollaro per la realizzazione delle serre, Pedot di Trento si occuperà dei trasporti e della logistica, Comai azienda artigiana di Cavedine installerà i pannelli fotovoltaici, Tecnospot di Brunico fornirà i moduli fotovoltaici, Media Lease di Trento si è occupata degli aspetti di intermediazione finanziaria che hanno permesso di reperire le risorse economiche per l’investimento. La progettazione dell’intervento immobiliare e stato curato dallo Studio Tecnico Burli-Genoni di Gardolo.

“Sono molto soddisfatto – ha commentato Andrea Demozzi, presidente di Dolomiti Energia Rinnovabili – di questa importante operazione che esce dai confini trentini in cui tradizionalmente abbiamo operato fino ad oggi e ci permette di mettere a frutto il know how che abbiamo maturato in questi ultimi anni. Sono altrettanto orgoglioso del sistema tutto trentino di partnership che abbiamo costruito; un’alleanza virtuosa che ci permette di portare l’esperienza di un pool di aziende del nostro territorio verso nuove aree di espansione. Sono infatti già in fase di studio altre ipotesi di sviluppo in altre regioni sempre con l’ausilio di operatori trentini.”

“In un momento economico come questo,- aggiunge Demozzi – è facile e soprattutto conveniente per un azienda diventare produttrice diretta dell’energia di cui ha bisogno. Sfruttando una fonte rinnovabile ed ecologica come il sole si possono trasformare spazi aziendali altrimenti inservibili in piccole centrale elettriche rispettose dell’ambiente. Dotarsi di un impianto fotovoltaico rappresenta per un imprenditore un investimento sicuro, utile e con un ritorno economico in tempi relativamente brevi.”
“L’intero Gruppo – conclude Demozzi – guarda con attenzione al tema delle energie rinnovabili e in particolare al fotovoltaico e alle migliori nuove tecnologie che possono essere offerte ai clienti in questo settore dalle grandi potenzialità di sviluppo.”

“Per un’azienda come la nostra – ha sottolineato Giovanni Bordin delegato di Italplant – la scelta del fotovoltaico offre un altro aspetto rilevante che è quello dell’immagine. In un momento di grande attenzione del mercato verso i temi dell’ambiente potersi presentare come promotori attivi di comportamenti sostenibili può dare dei benefici anche in termini di marketing, senza dimenticare che la produzione di elettricità “pulita” rappresenta un reale vantaggio anche per l’ambiente. Con le nuove serre fotovoltaiche che verranno realizzate grazie a questo accordo con il sistema di imprese Trentine guidate da Dolomiti Energia Rinnovabili si eviteranno infatti, ogni anno, emissioni di anidride carbonica pari a circa 1700 tonnellate.”