• Articolo , 21 aprile 2008
  • Domani si celebra la “Giornata della Terra”

  • Si celebra in tutto il mondo l’Earth Day, la 35esima edizione della giornata della Terra. Quest’anno la giornata è dedicata al tema dell’infanzia ‘‘Proteggi i nostri bambini e il nostro futuro’’

Iniziò il 22 aprile 1970, quando 20 milioni di americani si mobilitarono per una spettacolare dimostrazione a favore dell’ambiente. La manifestazione fu promossa dal senatore del Wisconsin, Gaylord Nelson. Ormai questo appuntamento è simbolo della sensibilità ambientale di massa, e riesce a coinvolgere ogni anno quasi mezzo miliardo di persone di tutto il mondo.
In questa edizione saranno 12.000 le organizzazioni attive in 174 Paesi per creare eventi e manifestazioni sui temi della sostenibilità e della salvaguardia ambientale.
L’Earth Day Network, l’associazione che organizza da trentacinque anni la manifestazione in tutto il mondo, ha tra l’altro promosso la campagna ‘‘Trees Across America’’, con il programma di piantare 285 milioni di alberi nei prossimi 5 anni, uno per ogni americano. Ma l’attività di Earth Day Network non si ferma qui,
visto che vuole fare pressione sui governi per realizzare effettive politiche di sviluppo sostenibile.
Earth Day network è inoltre partner di “Redefining Progress” (istituto di ricerca Usa impegnato per un’economia ed una politica sostenibili) per ampliare l’utilizzo dell’impronta ecologica come strumento di calcolo dell’impatto dell’attività dell’uomo sul sistema eco-ambientale della Terra.
Dai dati presenti nell’ultima relazione sullo stato di salute del Pianeta da parte della FAO (Millennium Ecosystem Assessment) presentato il mese scorso, risulta che il 60% dei servizi forniti dagli ecosistemi, cioè i benefici che offrono agli esseri umani come l’acqua, il cibo, la pesca, la regolamentazione del clima, sono degradati o utilizzati in modo insostenibile.