• Articolo , 31 marzo 2010
  • Doppio incontro per il Patto dei Sindaci

  • Prima Modena e poi Bruxelles. Il Patto dei Sindaci continua a diffondere l’importanza dell’azione locale in favore della lotta al cambiamento climatico

(Rinnovabili.it) – Doppio appuntamento in aprile per il Patto dei Sindaci. Si tratta di un primo incontro a Modena il 2 aprile per agevolare gli enti locali nell’adozione di Piano d’Azione previsti dal Patto. “Il Patto dei Sindaci della UE – spiega Emanuele Burgin, Presidente di Agenda 21 – è un progetto che in Italia si sta diffondendo notevolmente e rappresenta uno strumento strategico fondamentale per gli enti locali. Per questa ragione, assieme ad Anci e Upi, abbiamo ritenuto fondamentale agevolarne ulteriormente l’espansione con questo incontro e a breve renderemo disponibile la traduzione delle linee guida pubblicate da Bruxelles di recente, che sta effettuando uno dei nostri gruppi di lavoro”. Prendere impegni a favore della salvaguardia del pianeta aiuterà, è stato sottolineato, nel raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni dannose che le città e le nazioni stanno diffondendo.
Due settimane dopo sarà la volta di Bruxelles dove, in data 14 aprile, il Parlamento Europeo ospiterà l’incontro ‘Città sostenibile e cambiamenti climatici: il Patto dei sindaci’. Vi prenderanno parte numerosi relatori che, oltre a dare una generale descrizione del Patto, si impegneranno a discutere e a prendere decisioni per affrontare la sfide del cambiamento climatico come opportunità per modificare e coinvolgere le città in percorsi ecosostenibili, che garantiscano un migliore stile di vita e un maggiore rispetto ambientale. Aderendo al patto dei sindaci le città si sono impegnate a suggerire e ad adottare Piani che siano nel totale rispetto dell’ambiente e a vantaggio della riduzione degli inquinanti e della diffusione dell’efficientamento energetico.
Attualmente si contano più di 1300 città in 36 paesi tra i firmatari del Patto; molti di loro hanno già espresso i loro piani d’azione a livello locale mobilitando tutta una serie di investimenti con la speranza di creare posti di lavoro stabili e migliorare le condizioni di vita dei cittadini. In parallelo la Commissione sta lavorando a nuovi sviluppi politici e a programmi di sostegno per rafforzare il Patto ed aumentarne la diffusione.