• Articolo , 24 maggio 2011
  • DRIVE, dal governo Usa un nuovo impegno per la eco-mobilità

  • Dalla fusione di due vecchi progetti nasce DRIVE, l’iniziativa statunitense che facilitando la collaborazione tra Istituti di Ricerca e il produttore di EV Tesla punta a nuove tecnologie low carbon sempre più efficienti

(Rinnovabili.it) – Il Dipartimento usa dell’Energia ha invitato Tesla, importante casa automobilistica impegnata nella produzione di veicoli elettrici, ad aderire al programma di ricerca *DRIVE*. L’iniziativa, nata rinominando i vecchi schemi FreedomCAR e Fuel Partnership e riunendoli nell’iniziativa DRIVE, si prefigge di trovare nuove soluzioni tecnologiche per la costruzione di veicoli low carbon servendosi delle competenze dell’Electric Power Research Institute (ESRI) e della Tesla per selezionare e collaborare con le compagnie petrolifere e le case automobilistiche già coinvolte nel progetto.

L’iniziativa ha lo scopo di promuovere la ricerca e sviluppo su veicoli ad alta efficienza energetica e le infrastrutture stradali, ha specificato il DOE e, nell’ambito del progetto, i partner lavoreranno alla realizzazione di nuove batterie e componenti elettriche, oltre alla ricerca relativa alla costruzione di motori a combustione avanzata, celle a combustibile e impianti ad idrogeno. L’idea è che i partner di settore lavorino con il Dipartimento dell’Energia legati da un partenariato pubblico-privato, progettato per favorire la condivisione delle informazioni a livello di “pre-competitivo” tra i partner, sperando così di evitare la dispersione delle forze e delle conoscenze, aumentando l’efficacia della ricerca finanziata con fondi pubblici.