• Articolo , 10 dicembre 2008
  • E-Cube park: energie rinnovabili al cubo

  • In programma la realizzazione di un impianto industriale che integri l’utilizzo di biomasse, il fotovoltaico, l’eolico, il geotermico, la produzione di energia attraverso l’idrogeno e con celle a combustibile ad alta temperatura

Trova le basi nella Facoltà di Architettura dell’Ateneo di Gorizia “E-cube park” (Economy, energy, environment) il progetto per la realizzazione di un parco delle rinnovabili che ospiterà un impianto di dimensioni industriali integrato con quattro tipi di energie sostenibili ricavate dall’impiego congiunto di biomasse, impianto fotovoltaico, eolico e geotermico. “E-cube” non solo come luogo di produzione energetica ma anche campo di sperimentazione e dimostrazione tecnologica attraverso la realizzazione di laboratori di ricerca ad hoc destinati a studenti e neolaureati interessati al settore. Nato da un’idea della Talento consulting srl, organismo impegnato nel campo della certificazione energetica, il progetto si avvale della collaborazione dei dipartimenti di Ingegneria meccanica e Ingegneria chimica dell’ambiente e delle materie prime dell’Università di Trieste che valuteranno le rese energetiche di alcuni particolari tipi di biomassa e, congiuntamente ai docenti del Dipartimento di Progettazione architettonica e urbana, realizzeranno un impianto-pilota da assumere a riferimento per un’azione di promozione dell’impiego di energie alternative. Il programma comprende anche l’attività formativa a partire da quella destinata a laureati di varie aree disciplinari.