• Articolo , 6 agosto 2010
  • E-miglia, prove speciali bagnate oltre le Alpi

  • Terzo giorno di gara per i team che hanno affrontato il passo di Giovo a 2.094 metri d’altezza, superando le Alpi per giungere in Italia con condizioni meteo che hanno complicato la gara

La corsa di e-miglia è arrivata in Italia. Nel terzo giorno di gara le squadre hanno dovuto affrontare l’impegnativo valico di Passo del Giovo, a quota 2.094 metri, per giungere a Bolzano. Un percorso complicato da pioggia e nebbia che hanno creato qualche problema in più ai team in gara. Due dei 25 veicoli elettrici hanno risentito in modo particolare delle perturbazioni mentre tutti gli altri sono riusciti a superare brillantemente il tratto più impegnativo, con una pendenza di 14,9 km. Le condizioni meteo hanno messo a dura prova le squadre che hanno dovuto mettere in funzione per tutta la giornata tergicristalli, luci, riscaldamento e ventilazione interna.
Due le prove speciali che sono state disputate ieri nell’area del Safety Park di Bolzano e che hanno visto piazzarsi su Tesla, al primo posto, i giovanissimi Tim Ruhoff (25 anni) e il co-pilota Steven Hoffmann (20 anni) della Energiebau. I concorrenti dovevano completare due volte, con tempi identici o molto ravvicinati, il circuito di sicurezza di Bolzano.
Buona anche la prova del Team e8energy su Citroen Zero, che ha risalito la classifica. Rachid Ait Bouhou and il suo co-pilota Christian Frank hanno dimostrato ieri di avere un vero talento per le prove speciali. Completando il percorso speciale con il quarto miglior tempo, sono riusciti a conquistare il terzo posto nella classifica generale delle prove, a soli sette decimi rispetto ai secondi della classifica Robert e Marina Haering su Tesla. Anche la italiana Tazzari, prodotta a Imola, e guidata da Heinz Rabe e dal co-piolta austriaco Karin Mewald, è riuscita ad attraversare con successo il valico alpino. In pianura la Tazzari riesce a raggiungere una velocità tra i 120 e 140 km orari, in montagna, invece, riesce a raggiungere i 100 km/h.
Intanto ci si prepara per la quarta giornata di gara con la quale si chiuderà l’edizione 2010 della e-miglia. Tutto pronto per altre due prove impegnative in programma oggi. I partecipanti del primo rally elettrico internazionale dovranno tagliare il traguardo in serata, intorno alle sei del pomeriggio, a Rovereto: l’ultima tappa italiana in cui ci si giocherà il titolo e i 10.000 euro di premio messi in palio.

*Il filmato della terza giornata è sul canale* “Youtube di Rinnovabili.it”:http://www.youtube.com/user/Rinnovabili1

*Diario di bordo del team di Rinnovabili.it* _Nella terza giornata di prove il team di Rinnovabili.it ha conquistato un brillante sesto posto. Una prova impegnativa che è riuscita a regalare emozioni a non finire alla nutrita carovana dell’e-miglia. Partiti all’alba da Innsbruck, sotto una pioggia battente, i veicoli elettrici si sono subito cimentati in quella che è decisamente risultata la prova più dura dell’intero rally: il superamento delle Alpi. Un percorso difficile e di grande importanza non solo perché, a quanto sappiamo, è stata la prima volta che veicoli a trazione elettrica svalicano la catena montuosa più alta d’Europa, ma anche perché ciò è accaduto in condizioni meteorologiche proibitive con pioggia battente, nebbia e temperatura invernale. Nonostante le pendenze vertiginose, quasi tutti i mezzi sono riusciti nell’impresa, cimentandosi in una nervosissima tappa ricca di imprevisti e colpi di scena._
_La nostra Think car si è dimostrata davvero all’altezza della situazione con una rassicurante tenuta della strada, anche nelle curve veloci, ed una potenza propulsiva assolutamente in linea con le esigenze estreme della gara. Giunti a Bolzano, i veicoli si sono cimentati in un’altra prova speciale, questa volta nel circuito del Safity Park. Sul filo dei centesimi di secondo le auto si sono battute al fotofinish e la macchina di Rinnovabili.it ha conquistato il sesto posto nella prova speciale: non male per il nostro team! Questo il commento, al termine della gara ai microfoni del TGR Trentino, di Mauro Spagnolo: “La nostra macchina riesce a toccare una velocità massima di 115 km/h, e, per questo, è assimilabile a quelle convenzionali. Anche in autostrada va benissimo e siamo molto soddisfatti”. “Oggi abbiamo fatto il Passo del Giovo in condizioni abbastanza proibitive – ha sottolineato il co-pilota Giorgio Asquini – Abbiamo percorso 110 km con tergicristalli e luci accese ma non abbiamo avuto quasi nessun problema. La nostra macchina, anche in montagna, ha una buona tenuta”._

h4{color:#D3612B;}. SCHEDA RIASSUNTIVA DEL 5 AGOSTO

* *Partenza:* Innsbruck (Landestheater)
* *Arrivo:* Bolzano
* *Tragitto percorso:* 145 km
* *Ricariche effettuate dalla partenza alla tappa finale:* 1
* *Anidride carbonica risparmiata:* 19,28 kg di CO2

“E-miglia: in Austria la gara si fa più dura”:http://www.rinnovabili.it/e-miglia-in-austria-la-gara-si-fa-piu-dura-403195

“E-miglia: emozioni tutte d’un fiato per la prima giornata di gara”:http://www.rinnovabili.it/e-miglia-emozioni-tutte-di-un-fiato-per-la-prima-giornata-di-gara-403190

“E-miglia: inizia l’avventura”:http://www.rinnovabili.it/e-miglia-inizia-lavventura