• Articolo , 9 novembre 2009
  • E.On-Domotecnica: addio vecchie caldaie

  • E.ON Energia propone, grazie ad un accordo con Domotecnica, ai clienti dei condomini con un riscaldamento centralizzato e autonomo, la sostituzione delle caldaie con dei nuovi impianti ad alta efficienza, predisposti da Domotecnica, che svolge il ruolo di un vero consulente energetico e che consiglia soluzioni per ottimizzare consumi e prestazioni. Questa offerta è stata […]

E.ON Energia propone, grazie ad un accordo con Domotecnica, ai clienti dei condomini con un riscaldamento centralizzato e autonomo, la sostituzione delle caldaie con dei nuovi impianti ad alta efficienza, predisposti da Domotecnica, che svolge il ruolo di un vero consulente energetico e che consiglia soluzioni per ottimizzare consumi e prestazioni.
Questa offerta è stata possibile grazie appunto all’accordo di E.ON con Domotecnica, società che fa da capofila ad oltre 1.100 aziende affiliate di impianti termoidraulici, per fornire energia elettrica e gas, a prezzi decisamente concorrenziali.
“La sigla della partnership con Domotecnica rappresenta per E.ON Energia un importante risultato, che ci conferma come una delle aziende italiane più attente all’efficienza e al risparmio energetico -spiega Luca Dal Fabbro, Amministratore Delegato di E.ON Energia -Attraverso la sottoscrizione delle nostre proposte di fornitura, siamo inoltre in grado di offrire alle famiglie concrete opportunità di risparmio sulla bolletta, anche tramite la riduzione dei consumi, grazie a tecnologie piu efficienti come la caldaia a condensazione.”
Con la sostituzione del vecchio impianto con uno moderno, si risparmia il 55% (contributo governativo d.l. 185/08) sul costo iniziale e si recupera l’investimento con il risparmio. L’offerta prevede anche il costo delle pratiche per il contributo statale, l’assicurazione Kasko e la possibilità di finanziamento della spesa in sei anni.
Roberto Vidori, Direttore Generale di Domotecnica dichiara “Oggi abbiamo tutto per risparmiare energia: le tecnologie, sempre più innovative, e gli incentivi fiscali riconfermati dal governo con il decreto anti-crisi. La situazione di complessità economica che stiamo vivendo acuisce l’attenzione del cittadino verso le tematiche del risparmio, a maggior ragione quello energetico. Per tale motivo, attraverso questo accordo, vogliamo garantire ad oltre 5mila famiglie italiane, la possibilità di dotarsi di altrettanti impianti ad altissima efficienza che garantiscono un risparmio minimo del 30% in termini di consumo”.