• Articolo , 20 settembre 2010
  • E.ON fa sbarcare l’idroelettrico sul web finanziando pozzi in Kenya

  • Partita la campagna “Acqua E.ON” per sensibilizzare istituzioni e cittadini sull’utilizzo e sulle potenzialità energetiche della risorsa più importante della terra. Con un sito dedicato e una campagna di “clicking” grazie alla quale verrà finanziata la costruzione di due pozzi in Kenya

(Rinnovabili.it) – Un portale interamente dedicato all’energia idroelettrica, alla sua storia, alle curiosità sugli impianti e alle innovazioni tecnologiche più recenti. A pensare di realizzare un vero e proprio “spazio web”:http://www.acqua.eon.it/ in cui non è solo possibile leggere ma anche se soprattutto vedere e ascoltare tutto quello che c’è da sapere sull’energia dell’acqua, è stata E.ON, una delle principali compagnie produttrici di energia idroelettrica in Italia.
Il sito diviso in quattro diverse sezioni, _l’energia idroelettrica_ – tipologia di impianti, centrali, turbine -, _il nucleo idroelettrico E.ON di Terni, la storia dell’idroelettrico_ e _l’acqua fonte di vita e potenza,_ fa compiere un vero e proprio viaggio nella storia dell’idroelettrico, grazie all’animazione grafica e a piccoli flash informativi dedicati di volta in volta ad aspetti differenti.
Da una visita virtuale ad un mulino fino al viaggio all’interno della storica centrale di Galleto, la prima grande realizzazione del programma idroelettrico avviato dalla “Terni” (Acciaierie) fra il 1924 e il 1925. Un itinerario da seguire per scoprire tutto quello che forse ancora non tutti sanno sulla potenza idroelettrica e sulla fonte energetica e alimentare più importante della terra, con curiosità e informazioni anche a disposizione dei più piccoli. L’intento di questa iniziativa è infatti cercare di sensibilizzare e coinvolgere soprattutto le nuove generazioni, anche attraverso le scuole, sull’importanza di questa risorsa per il nostro Paese. Il sito si integra anche con il programma di formazione ambientale _Environmental Champions,_ appena lanciato in alcune scuole medie Italiane e con il quale E.ON vuole sensibilizzare i giovani al tema del risparmio energetico e alla cultura del rispetto dell’ambiente.
La capagna di E.ON, però, non si ferma al solo viaggio virtuale nell’idroelettrico ma cerca di sfruttare un gesto quotidiano e spontaneo per gli utenti del web come il “click”. Accedendo al sito, infatti, con un semplice click sarà possibile contribuire alla realizzazione, in collaborazione con AMREF, di nuovi pozzi per l’acqua in Kenya, nel distretto di Makueni, che si aggiungono ai due che E.ON sta già finanziando. Raggiungendo “quota” 5.000 click verrà costruito un terzo pozzo, mentre un quarto sarà finanziato arrivati a 10.000 visite complessive.