• Articolo , 16 giugno 2009
  • E.On, la crisi tocca il colosso energetico tedesco

  • Arriva anche in casa E.on la congiuntura economica che dovrebbe secondo la società di Dusseldorf tagliare un 10% dei dipendenti

(Rinnoabili.it) – E.on sarebbe in procinto di licenziare seimila dipendenti e di esternalizzarne altri tremila. Questo almeno a quanto riporta il quotidian tedesco “Welt Online”. La crisi è arrivata anche nel settore della produzione di elettricità di un paese come la Germania.
Il cosiddetto piano “perform-to-win” dovrebbe portare la E.on punta quindi a rinunciare ad un 10% circa della propria forza lavoro che ammonta a circa 90 000 addetti in Europa, economizzando circa 1,5 miliardi di euro.
I negoziati con i sindacati inizieranno lunedì prossimo e per ora non è stato quindi deciso nessun provvedimento esecutivo né tantomeno il numero preciso dei licenziamenti. Ma voci sindacali riportano che il Gruppo penserebbe a licenziamenti, senza trattative.
In segno di protesta il sindacato “Verdi” lancia l’appello per una manifestazione giovedi propri davanti alla sede dell’E.on a Dusseldorf cui parteciperanno dipendenti di sette paesi diversi in cui la società possiede sedi e stabilimenti.

.