• Articolo , 18 gennaio 2008
  • Eco-auto plug-in: 30 milioni di dollari dall’America

  • Il governo statunitense aiuterà le case automobilistiche
    nella produzione di vetture a batterie con un nuovo stanziamento. E le ibride “plug in” già scaldano i motori

In attesa che Naias, il salone dell’auto di Detroit, apra al pubblico, sabato 19 gennaio, sono state svelate oltre una cinquantina di novità mondiali, molte delle quali all’insegna dell’ecologia. Il governo americano, fortemente intenzionato ad alimentare questo interesse, ha appena stanziato 30 milioni di dollari per aiutare le case automobilistiche nella progettazione delle nuove auto elettriche. I primi 7 arriveranno già nel 2008 e gli altri saranno erogati fino al 2010, mentre non sono esclusi forti sgravi fiscali per queste auto, una volta entrate in produzione. Per la precisione si tratta di modelli “plug-in” che oltre alle classiche batterie a propulsori elettrici possiedono un motore a benzina che funziona (a seconda dei modelli) o solo come un propulsore di emergenza in grado o come un piccolissimo aiuto per aumentare le prestazioni di velocità dell’auto. I costruttori giapponesi ed americani si stanno già preparando ad inondare il mercato di automobili ibride, con batterie agli ioni di litio e sistema di ricarica esterna “Plug-in”. Vedi “Salone di Detroit”:http://www.rinnovabili.it/detroit-anche-in-usa-ala-ricerca-del-carburante-perfetto-500187