• Articolo , 27 novembre 2008
  • Eco-Energia: boom delle Rinnovabili nelle Marche

  • Cinque aziende attive sul fronte delle energie ”verdi” hanno esposto le attivita’, presenti e future, avviate sul territorio delle Marche e legate allo sviluppo delle energie rinnovabili a Energy Expo alla sua prima edizione a Civitanova Marche. Il progetto ”sunshire” della Api no’va energia, probabilmente il piu’ grande impianto fotovoltaico oggi in costruzione in Italia […]

Cinque aziende attive sul fronte delle energie ”verdi” hanno esposto le attivita’, presenti e future, avviate sul territorio delle Marche e legate allo sviluppo delle energie rinnovabili a Energy Expo alla sua prima edizione a Civitanova Marche. Il progetto ”sunshire” della Api no’va energia, probabilmente il piu’ grande impianto fotovoltaico oggi in costruzione in Italia in localita’ Tolentino-Pollenza, si configura come una delle piu’ importanti sulle rinnovabili nella regione, prevedendo su una superficie pari a circa 28 ettari, l’installazione di un impianto ad energia solare che a regime avra’ una potenza superiore ai 10 MW (di cui 8 sono in costruzione). Le Fattorie del Vento hanno presentato il parco eolico di Piano Rotondo, in provincia di Pesaro, un progetto che prevede l’installazione di 10 turbine da 2,5 MW con una produzione attesa di 45GWh/anno. La ditta Brandoni, specializzata nella produzione di radiatori d’arredamento e presente anche sul mercato del fotovoltaico con impianti di produzione di moduli di ultima generazione, ha illustrato le caratteristiche dello stabilimento di 5000 mq che produce moduli fotovoltaici in maniera completamente automatizzata realizzato recentemente a Castelfidardo (AN). Un’altra impresa specializzata nella produzione di moduli, la Renergies Italia, nata nel 2005 Renergies e’ recentemente entrata a far parte di Unendo Energia, societa’ del Gruppo Afin. Attualmente con l’attivazione di una linea di produzione, Renergies Italia ha incrementato la propria capacita’ produttiva ad oltre 30 MWp annui mentre la RB – Elettromeccanica Adriatica si e’ evoluta, negli ultimi anni, sino a produrre energia elettrica da fonti rinnovabili con la realizzazione di centrali idroelettriche, gestite a distanza, grazie a sofisticati sistemi di supervisione e controllo. ”Si tratta dell’ennesima riprova – ha concluso il Direttore di Aper, Marco Pigni – dell’importanza delle rinnovabili come potenziale volano di crescita economica e, in concorso con le altre fonti, come strumento per risolvere il problema dell’approvvigionamento energetico”.