• Articolo , 13 febbraio 2008
  • Eco-energia: domani firma protocollo Campania-Inea

  • Incentivare la produzione e l’utilizzo in agricoltura e nei territori rurali delle fonti energetiche rinnovabili, individuare e programmare lo sviluppo della filiera e dei distretti agroenergetici, disciplinare le aree da destinare alla produzione integrata di energia da fonti rinnovabili (biomasse, eolico, solare), coinvolgendo nelle realizzazioni agricoltori singoli e associati. E ancora: riconoscere il sistema delle […]

Incentivare la produzione e l’utilizzo in agricoltura e nei territori rurali delle fonti energetiche rinnovabili, individuare e programmare lo sviluppo della filiera e dei distretti agroenergetici, disciplinare le aree da destinare alla produzione integrata di energia da fonti rinnovabili (biomasse, eolico, solare), coinvolgendo nelle realizzazioni agricoltori singoli e associati. E ancora: riconoscere il sistema delle produzioni agroenergetiche come attivita’ di ambito agricolo, promuovere l’articolazione dei contratti-quadro di filiera agroenergetica e i contratti di programma regionali di filiera. Sono questi gli obiettivi del protocollo d’intesa che sara’ firmato domani presso la sede romana della Regione Campania, in via Poli 29, da Andrea Cozzolino, Assessore regionale all’Agricoltura e alle Attivita’ Produttive, e dal presidente dell’Istituto Nazionale per l’Economia Agraria (INEA), Lino Carlo Rava. Si da dunque attuazione a una delle linee strategiche del Piano d’azione per lo sviluppo economico regionale (PASER). ”La ratifica dell’accordo – ha dichiarato Cozzolino – costituisce il primo passo per la definizione di un Piano di azione agroenergetico e l’individuazione dei bacini e delle filiere agroenergetiche in Campania. In particolare, nel primo anno di attivita’ si curera’ prevalentemente l’attivita’ di divulgazione e animazione dei territori, con l’obiettivo di sensibilizzare gli attori economici coinvolti nei processi di governance agroenergetica. Il tutto nel pieno rispetto dei vincoli paesaggistici, ambientali e produttivi del territorio”. A INEA spettera’ il compito di coadiuvare la Regione Campania nella stesura e nell’attuazione del Piano supportando le attivita’ di un apposito Gruppo di Lavoro interdisciplinare composto da esperti provenienti da otto settori dell’Amministrazione regionale della Campania.