• Articolo , 13 aprile 2010
  • Eco-innovazione, fondi ai progetti salva-risorse

  • Sulla scia del successo della passata edizione arriva l’eco-bando da 35 milioni di euro destinato a progetti, servizi e tecnologie in grado di preservare le risorse a vantaggio dell’ambiente

(Rinnovabili.it) – Dall’Europa arriva il nuovo bando per le “Eco-innovazioni”:http://ec.europa.eu/environment/eco-innovation/what_en.htm a sostegno dei prodotti, dei servizi e delle tecnologie che si distingueranno per originalità e funzionalità nel rispetto delle risorse naturali e dell’ambiente. Finanziando fino al 50% del costo dei progetti vincitori già lo scorso anno il bando ha registrato un notevole successo, con un totale di 202 progetti presentati e richiamando una gran fetta di interessati soprattutto nel Belpaese. Di questi, 45 hanno ricevuto un premio, la maggior dei quali spagnoli, con un particolare riconoscimento però, per originalità e sostenibilità, al progetto italo-austriaco SLAG-REC; coordinato dell’azienda siderurgica Aso di Ospitaletto, provincia di Brescia, prevede un sistema per il riciclaggio al 100% delle scorie provenienti da forni elettrici dismessi e il riutilizzo nella costruzione stradale.
Con un ammontare complessivo di 35 milioni di euro il bando del 2010 accetterà le iscrizioni fino al 9 di settembre, a patto che i progetti rientrino in determinate categorie come servizi, gestione, processi o anche prodotti realizzati dalle aziende ma non ancora commercializzati andando a superare così quelle difficoltà che ne hanno impedito la diffusione sul mercato. Fornendo accurati dettagli sui benefici ambientali e sull’ottimizzazione dell’utilizzo di risorse ed energie anche all’interno delle attività connesse le proposte saranno poi valutate e premiate.
Tra i progetti che si andranno ad esaminare quelli incentrati su pratiche di *riciclo* volte al miglioramento dello smistamento dei rifiuti, del processo di recupero e delle innovazioni in grado di stimolare la competitività del settore. Altro settore di interesse il *food&drink* per quel che riguarderà i metodi di imballaggio che riducano l’impatto ambientale e l’utilizzo delle risorse prime andando a razionalizzare anche l’utilizzo di acqua nei processi produttivi. Relativamente alle *costruzioni* la priorità verrà riservata a prodotti in grado di ridurre l’impiego di risorse.