• Articolo , 18 dicembre 2008
  • Eco mobilità, “premiato il grande lavoro del Comune”

  • Villani e Pantano (Pdl) commentano la ricerca di Euromobility e Kyoto Club

“Un riconoscimento molto importante per Parma che premia il grande lavoro fatto per migliorare la mobilità cittadina con iniziative innovative ed all’avanguardia prese a modello nel resto d’Italia e non solo”. Con queste parole il Vice Presidente Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, Luigi Giuseppe Villani, ha espresso soddisfazione per il raggiungimento da parte di Parma del primo posto nella classifica delle città con la migliore mobilità sostenibile.
Secondo il Consigliere regionale di Forza Italia – Popolo della Libertà, “l’aspetto particolarmente positivo e significativo del risultato di vertice assoluto raggiunto per Parma è che questa classifica guarda non tanto alla quantità ma alla qualità e quindi all’efficacia delle misure adottate.
Una qualità ottenuta, tra l’altro, senza ricevere quanto si sarebbe giustamente meritato dalla Regione Emilia-Romagna che con l’ultimo finanziamento annunciato alcuni giorni fa non restituisce ancora a Parma quello che le sarebbe spettato, in proporzione alle altre realtà regionali, per estensione della rete di trasporto pubblico e per coprire le esigenze del territorio e dell’azienda che gestisce il servizio.
L’aver raggiunto l’eccellenza a livello nazionale in questo settore strategico dell’amministrazione non deve però fermare l’azione amministrativa del Comune di Parma su quella materia, ma deve essere di sprone a continuare a lavorare bene ed alacremente come si è fatto fino ad oggi”.
Ugualmente soddisfatto il Consigliere comunale di Impegno per Parma, Giuseppe Pantano, il quale ha sottolineato che “il raggiungimento del massimo livello nazionale nell’eco mobilità dimostra che l’Amministrazione comunale lavora con efficacia per migliorare la vivibilità dei cittadini di Parma. Questo è infatti un risultato che non ha solo un carattere settoriale per quanto riguarda la sostenibilità ambientale della città ma è significativo per tutta l’azione amministrativa nel suo complesso”.