• Articolo , 3 febbraio 2009
  • Eco-sottomarino, per attraversare l’oceano a pedali

  • Biomimetismo, energia umana e coraggio: “Subhuman project” è pronto per svelare i segreti della vita marina

Un mini sommergibile funzionante solo grazie alla forza dell’uomo: è il “Subhuman project” messo a punto dal sub ed inventore Ted Ciamillo, che ha deciso di festeggiare il suo 40° compleanno attraversando l’oceano pacifico a bordo del suo piccolo sottomarino impiegando come unica fonte energetica solo le sue gambe.
Il progetto in questione è stato realizzato in fibra di carbonio e kevlar, riproducendo le capacità natatorie dei delfini. Largo 1,2 metri e lungo 5 il mini sottomarino è provvisto dunque solo d’un paio di pedali collegati ad una “pinna” posteriore in alluminio e titanio. Non si tratta di una struttura ermetica, una volta partito l’acqua, infatti, riempie l’interno; per questo il sommergibile è fornito di bombole d’ossigeno mentre la galleggiabilità è assicurata da PVC espanso che ricopre lo scheletro della struttura. Inoltre è stato dotato di ‘vesciche d’aria’ che, a seconda della profondità, potranno essere riempite o svuotate. Non solo sfida fine a se stessa ma anche importante impulso scientifico“Subhuman project” infatti mira a render possibile agli scienziati l’osservazione e lo studio degli strati superiori del mare e della vita marina superficiale. Secondo i primi calcoli presentati dallo stesso inventore ci vorranno 50 giorni di pedalata per coprire i 3700 km di distesa marina cha vanno dalla costa africana di Capo Verde a quella caraibica delle Barbados.