• Articolo , 28 giugno 2010
  • Eco-taxi solari contro lo smog peruviano

  • Da un ateneo di Lima l’idea di convertire al fotovoltaico il sistema di trasporto pubblico più diffuso nel paese e dare una mano così a ridurre l’inquinamento cittadino

(Rinnovabili.it) – Ricordate i riscìo solari? Ebbene il progetto sviluppato dalla facoltà di Elettronica e Ingegneria Elettrica del San Universidad Decana de América, ripropone la stessa idea adattandola stavolta a Lima e alle altre città peruviane, che si trovano oggi a fare i conti con livelli di inquinamento sempre più alti. La capitale è attualmente tra i centri urbani più trafficati dell’America latina e in continua lotta con lo smog a causa di un parco circolante vecchio e ammorbante. Secondo un recente studio circa l’80% delle emissioni della capitale provengono, infatti, dai trasporti cittadini, dove il gasolio viene utilizzato ancora nel 60% dei casi.
Il progetto universitario è partito dunque da uno dei mezzi nazionali maggiormente utilizzato negli spostamenti, il Mototaxi, riadattandolo ad una visione più sostenibile che integra tre tipologie diverse di alimentazione: quella per così dire umana – a pedali -, batterie elettriche ricaricabili e 12 moduli fotovoltaici da 40 watt da posizionare sul tettuccio del veicolo. In realtà il risultato mostra un deciso carattere “fai da te” ma il prototipo realizzato, come spiega il professore Werner Pacheco Luján, a capo del progetto, vuole essere soprattutto un modello ed uno stimolo per le grandi imprese affinché finanzino la produzione di massa di questi veicoli. Si tratterebbe di una prima grande svolta dal momento che la stessa Lima deve fare i conti con una mobilità sostenibile praticamente assente, nessuna forma di trasporto organizzato, un ritardo di diversi decenni sul treno elettrico ed un regresso sul sistema di mobilità pubblica pulita.