• Articolo , 19 ottobre 2009
  • Ecodom aderisce al progetto “RAEE in carcere” a Ferrara

  • Ecodom, il Consorzio volontario per il recupero e il riciclo degli elettrodomestici bianchi, ha aderito all’iniziativa “RAEE in Carcere”, un progetto per il reinserimento dei detenuti dell’Istituto Penitenziario di Ferrara, nel mondo del lavoro. Terminata la fase di sperimentazione partirà il laboratorio produttivo attrezzato per il recupero dei RAEE. I sei detenuti, coinvolti nel progetto, […]

Ecodom, il Consorzio volontario per il recupero e il riciclo degli elettrodomestici bianchi, ha aderito all’iniziativa “RAEE in Carcere”, un progetto per il reinserimento dei detenuti dell’Istituto Penitenziario di Ferrara, nel mondo del lavoro.
Terminata la fase di sperimentazione partirà il laboratorio produttivo attrezzato per il recupero dei RAEE. I sei detenuti, coinvolti nel progetto, saranno impegnati per circa 15 ore alla settimana: una concreta opportunità di lavoro e una adeguata retribuzione per contribuire al mantenimento delle proprie famiglie. Un corso di formazione di due settimane permetterà loro di apprendere le tecniche di trattamento dei rifiuti elettrici ed elettronici del raggruppamento R2 (lavatrici, lavastoviglie, cappe, forni …).
Ecodom metterà a disposizione circa 250 tonnellate di RAEE all’anno, pari a 5000 lavatrici e/o lavastoviglie. Questa operazione, che rappresenta la prima fase dell’intero processo di trattamento e di recupero, contribuirà a far risparmiare circa 630.000 kwh di energia elettrica e a riciclare più di 184.000 kg di ferro, 2.830 kg di rame, 1.416 kg di alluminio e 7.083 kg di plastica.

“Questo progetto ha un importante significato, perché permette il recupero sociale dei detenuti attraverso il lavoro. Inoltre aumenta la consapevolezza che il corretto trattamento dei RAEE porta benefici alla società e all’ambiente.” – afferma Giorgio Arienti, Direttore Generale di Ecodom. “Ecodom è un consorzio molto attento non solo a migliorare continuamente l’efficienza ambientale e operativa dei processi di trattamento dei RAEE, ma anche a diffondere una cultura della corretta gestione di questi rifiuti”.
Soltanto nella città di Ferrara, nei primi 9 mesi del 2009, Ecodom ha raccolto 586 tonnellate tra frigoriferi, condizionatori, scalda-acqua, lavatrici, lavastoviglie e cappe. Grazie al processo di trattamento, realizzato dagli impianti partner di Ecodom, circa 13.000 tonnellate di anidride carbonica non sono state immesse nell’atmosfera, evitando la dispersione di una significativa quantità di gas che danneggiano lo strato di ozono. Inoltre utilizzare le materie prime (ferro, alluminio, rame e plastica) ottenute dal riciclo di questi RAEE ha comportato un risparmio energetico di oltre 1 milione di kWh di energia elettrica rispetto a quanto occorrerebbe per ottenere le stesse quantità di materie prime “vergini”.

A livello nazionale, da gennaio a settembre 2009, Ecodom ha raccolto in tutta Italia circa 55.880 tonnellate di RAEE, evitando la dispersione di quasi 1 milione di tonnellate di anidride carbonica in atmosfera e risparmiando oltre 13 milioni di kWh di energia elettrica