• Articolo , 10 marzo 2008
  • EcoFashion, il lato “green” della moda

  • Si può rispettare l’ambiente anche attraverso l’uso di tessuti naturali o biologici. Per questo sempre più marchi compiono una scelta sostenibile, a dimostrazione che etica e moda possono tranquillamente convivere

Il trend ecologico nella moda si sta rivelando uno dei più forti del momento. Sempre più case produttrici si stanno convertendo all’ecosostenibilità, come nel caso di H&M, il colosso svedese del low-cost che per la prossima stagione ha proposto una linea di abbigliamento per bambini interamente realizzata in cotone organico o Victoria’s Secrets, il marchio di intimo femminile statunitense che ha realizzato una mini-collezione prodotta esclusivamente con materiali ecocompatibili. Ultima new entry la recente collaborazione fra YOOX.com, la boutique virtuale numero uno ed il portale LifeGate®, per la vendita on-line dei “LifeGate® ecojeans”. Tessuti in cotone proveniente da piantagioni italiane, trattato senza uso di pesticidi e prodotti chimici e con bottoni, rivetti e accessori certificati Oeko-Tex, questi jeans si sono aggiudicati l’Ethic Award 2006 come miglior progetto etico nella moda. Passi importanti, soprattutto se si pensa che l’industria tessile, oltre a comportare grandi consumi energetici, è una delle più inquinanti, soprattutto a causa dei processi detergenti e sbiancanti, oltre all’uso di coloranti e antiparassitari, associati alle fasi di lavorazione delle fibre.