• Articolo , 8 ottobre 2008
  • Ecolabel: il “fiore” italiano compie dieci anni

  • Cresce lo strumento per combattere l’inquinamento alla fonte: 108 strutture turistiche e 3500 tra prodotti e servizi certificati

E’ positivo il bilancio di questi primi dieci anni italiani di certificazione ambientale di prodotto Ecolabel. Questo strumento ha saputo crescere nel tempo con un incremento delle licenze nel solo anno 2007 addirittura del 111%, rendendo l’Italia paese leader in Europa per la concessione del marchio di qualità ecologica europeo. Attualmente, sono oltre 3.500 i prodotti e servizi certificati, e 218 licenze concesse a 200 imprese, con continui trend di crescita. E al primo posto anche per numero di licenze il “servizio di ricettività turistica”, con 108 strutture certificate. Le cifre sono state presentate oggi a Roma presso l’Auditorium dell’ISPRA (ex APAT), nel corso di un convegno nazionale nell’ambito della campagna europea di promozione del marchio Ecolabel europeo (European Flower Month), che ogni anno si svolge tra il 15 settembre e il 15 ottobre. L’incontro, promosso dal Comitato Ecolabel-Ecoaudit, ha visto il coinvolgimento di Istituzioni, aziende, distributori e stakeholders. Obiettivi principali del convegno, individuare le migliori azioni di valorizzazione di uno strumento di comunicazione che sta sempre più acquisendo rilevanza nell’ambito delle politiche di sostenibilità dell’Unione europea e favorire l’incontro tra domanda ed offerta di prodotti a ridotto impatto ambientale. Per creare, quindi, un momento di riflessione sui possibili sviluppi del marchio a livello nazionale ed europeo, a 10 anni dalla prima certificazione di prodotto ottenuta in Italia.