• Articolo , 2 novembre 2009
  • Ecomondo 2009: il riciclaggio il vero protagonista

  • Notevole il consenso raccolto dal progetto per la raccolta differenziata porta porta organizzato dalla città di Salerno: 72% dei riufiti raccolti in maniera virtuosa e già si parla di ‘Modello Salerno’

(Rinnovabili.it) – Calato il sipario della “13a edizione di Ecomondo”:http://www.ecomondo.com/fiera/presentazione.asp le stime rivelano un gran successo di pubblico: 63.332 presenze, con un notevole incremento di partecipanti provenienti dall’estero pari a 5066, equivalenti ad un +35% rispetto al 2008 e 443 giornalisti accreditati alla sala stampa.
Tra i presenti tecnici, enti e aziende pubbliche e private provenienti da Argentina, Gran Bretagna, Turchia, Spagna e Romania e ai business meeting delegazioni specifiche provenienti dall´area balcanica, Canada e Gran Bretagna, così come gli incontri ‘one-to-one’ promossi da Unido con operatori italiani e da Egitto, Giordania, Marocco e Tunisia.
“Le manifestazioni dedicate al sistema ambiente – commenta Lorenzo Cagnoni, presidente di Rimini Fiera – hanno confermato la loro forza e pure in presenza di un frangente complicato per tutto il sistema industriale, la sostanziale tenuta in termini di pubblico è un risultato positivo. Lo riteniamo un successo poiché in fiera abbiamo visto premiate le idee che abbiamo messo in campo, tutte di successo in questa edizione e pronte a consolidarsi nel 2010. Rimarco due aspetti ulteriori: lo straordinario risultato dei visitatori esteri, un premio al lavoro e agli investimenti fatti da Rimini Fiera nelle aree di mercato di interesse per le aziende; e poi l’elemento di crescita rappresentato da Ambiente Festival, verso il quale abbiamo dirottato alcuni settori dell’offerta educational e quindi di pubblico nella direzione di articolare, quando possibile, azioni sul territorio”.
Uno dei comparti maggiormente visitati è stato il vasto settore dedicato al riciclo dove Conai ha reso noto al grande pubblico il successo del progetto realizzato nella città di Salerno, virtuosa grazie ad un sistema molto efficiente di raccolta differenziata porta a porta con il 72% dei rifiuti smaltiti in maniera ecosostenibile in soli 15 mesi dall’avvio del progetto, che ha permesso di poter parlare di “Modello Salerno”, diffusosi ormai dal centro storico fino alla periferica zona industriale.
Il sindaco Vincenzo De Luca, nel suo intervento, ha sottolineato che il traguardo del 72% raggiunto in un anno è frutto di “un lavoro molto impegnativo che ha comportato scelte di bilancio delicate e rigorose, visto che il porta a porta costa di più ma senza gravare sui cittadini: le tariffe non sono aumentate anzi le abbiamo ridotte per i pensionati e le fasce deboli”. All’incontro hanno preso parte anche Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania, e Piero Perron, presidente del Conai che ha presentato la pubblicazione “Salerno, l’eccellenza nell’emergenza”.
Nonostante la manifestazione si sia appena conclusa sono numerose le indiscrezioni riguardo la 14° edizione, in programma dal 3 al 6 novembre 2010, che sarà nuovamente incentrata sulle tematiche dello sviluppo sostenibile e della green economy, terreno di collaborazione integrata tra settori e imprese che stanno dimostrando un intenso e costante interesse per il risparmio energetico e il consumo razionale delle risorse.
Una delle novità del prossimo anno sarà “Sinnova”:http://www.sinnova.it/, mostra-evento a sostegno dell´ambiente, che punterà a promuovere l´innovazione sostenibile in tutti i campi dell´economia, valorizzando i nuovi prodotti e i processi che mettono al centro la persona, senza minacciare la sopravvivenza dell´ambiente e le prospettive delle future generazioni. L´evento è promosso da Rimini Fiera, Sisifo Italia e Novamont.
Successo registrato anche per la mascotte di Ecomondo, un cavalluccio marino di colore rosa che è andato a ruba. La scelta, ad opera del Prof. Luciano Morselli, ha voluto dare risalto ad una specie animale in via di estinzione minacciata dal degrado ambientale. Grazie a Tetra Pak, la mascotte è diventata un gadget in ecoAllene, un nuovo materiale ottenuto dal riciclo della frazione polietilene/alluminio dei cartoni per bevande.