• Articolo , 7 aprile 2010
  • Ecopannolini, per risparmiare un bel “popò”!

  • Ecopannolini al posto degli usa e getta, così “risparmi un bel popò”! Questa l’iniziativa promossa dall’assessorato all’Ambiente della Provincia di Ancona, che distribuirà ai neogenitori un coupon con il quale ritirare in farmacia il proprio kit di prova. Tre pannolini in cotone lavabili in lavatrice, due mutandine impermeabili, 50 veli proteggi pannolino biodegradabili al 100% […]

Ecopannolini al posto degli usa e getta, così “risparmi un bel popò”! Questa l’iniziativa promossa dall’assessorato all’Ambiente della Provincia di Ancona, che distribuirà ai neogenitori un coupon con il quale ritirare in farmacia il proprio kit di prova.

Tre pannolini in cotone lavabili in lavatrice, due mutandine impermeabili, 50 veli proteggi pannolino biodegradabili al 100% e tutte le istruzioni per l’uso. Ecco cosa contiene il kit che verrà distribuito ai primi mille nati del 2010. Per ritirarlo basterà andare, dall’8 al 24 aprile, nella farmacia più vicina a casa con il coupon che arriverà per posta ai neogenitori, insieme a una lettera esplicativa in più lingue (arabo, cinese, francese e inglese).

“Il progetto – spiega l’assessore all’Ambiente della Provincia di Ancona Marcello Mariani – nasce dalla necessità di ridurre i rifiuti domestici, aumentare il riciclo, favorire il risparmio energetico e tutelare l’ambiente che ci circonda. Basti pensare che nella provincia di Ancona si producono circa 260 mila tonnellate di rifiuti l’anno e i pannolini usa e getta sono stimabili in 26 mila tonnellate di rifiuti non riciclabili da smaltire in discarica”. Se consideriamo che ogni bambino, in media, dalla nascita fino all’età di tre anni consuma 6 mila pannolini usa e getta per un costo medio per famiglia che varia dai 1.500 ai 2 mila euro, si capisce subito che il risparmio è notevole. Infatti, con gli ecopannolini la spesa va dai 200 agli 800 euro a seconda del modello scelto. E nel caso di un secondo figlio, i costi sarebbero addirittura quasi azzerati.

“Vogliamo diffondere la consapevolezza – continua l’assessore Mariani – che questo prodotto è facilmente accessibile, presente nel mercato locale e acquistabile anche in futuro. Tanto che tutte le 133 farmacie presenti sul territorio hanno aderito all’iniziativa e sicuramente anche altri punti vendita saranno interessati. La Coop Adriatica, ad esempio, ha già comuncato che inserirà gli ecopannolini nell’area di parafarmacia dei propri centri”.

È anche grazie a questo progetto, realizzato dall’assessorato all’Ambiente insieme ad Agenda 21, che la Provincia di Ancona si è aggiudicata il premio internazionale “Un Bosco per Kyoto 2009/2010”, che quest’anno ha ottenuto l’adesione del presidente della Repubblica.