• Articolo , 13 luglio 2009
  • Edilizia ad alta efficienza per le Ardenne francesi

  • Progetti pilota per il dipartimento con lo scopo di ridurre entro il 2020 del 38% il consumo di energia nel parco di edifici esistenti e del 50% le emissioni di gas a effetto serra

(Rinnovabili.it) – Riqualificazione energetica. Questa la parola d’ordine nel campo dell’edilizia per Grenelle Environnement, il programma ambientale avviato dal Presidente francese Nicolas Sarkozy con lo scopo di definire i grandi orientamenti della politica del Governo in materia di ecologia e di sviluppo sostenibile per il periodo 2008-2012.
L’obiettivo è di portare avanti un progetto di riqualificazione edilizia che garantisca entro il 2020 una riduzione del 38% del consumo di energia e del 50% delle emissioni di gas serra; per accelerare l’attuazione del piano a livello nazionale il Ministero di Ecologia ha introdotto un innovativo progetto pilota da sperimentare nella provincia delle Ardenne con cui si prevede la ristrutturazione degli edifici statali e degli enti locai nonché degli alloggi sociali e privati. I lavori inizieranno già quest’anno con una serie di interventi per l’isolamento termico su diversi edifici pubblici, tra cui la Direzione Dipartimentale delle Infrastrutture e dell’Agricoltura (DDEA) delle Ardenne che testerà la copertura vegetali del tetto come sistema coibentante.
Saranno sottoposti ad audit energetico 26.000 m2 di edifici entro la fine del 2009 e 75.000 m2 a metà 2010. I funzionari del DDEA verranno appositamente formati per incoraggiare ed aiutare le piccole comunità ad avviare le diagnosi energetiche e la pianificazione del lavoro. Per Jean Louis Borloo, ministro per l’Ecologia: “Ciò che accade nelle Ardenne è fondamentale per il successo degli impegni della Grenelle nel quadro della ristrutturazione edilizia. Dipartimenti, autorità locali, professionisti, banche … tutti stanno dimostrando che lavorando insieme, la Grenelle Ambiente avanza concretamente, ogni giorno, a vantaggio di tutti i francesi”.