• Articolo , 2 marzo 2010
  • Edilizia Scolastica: Varese Provincia Solare, primato italiano

  • Proseguono le attività relative al progetto “Varese Provincia Solare”, recentemente presentato in Provincia dal Presidente Galli, che ha voluto illustrare i risultati della prima sperimentazione con un impianto fotovoltaico, attiva già da un anno, all’Isis “Keynes” di Gazzada. A fare gli onori di casa dell’istituto il dirigente scolastico, Luigi Villa, che ha parlato con orgoglio […]

Proseguono le attività relative al progetto “Varese Provincia Solare”, recentemente presentato in Provincia dal Presidente Galli, che ha voluto illustrare i risultati della prima sperimentazione con un impianto fotovoltaico, attiva già da un anno, all’Isis “Keynes” di Gazzada.

A fare gli onori di casa dell’istituto il dirigente scolastico, Luigi Villa, che ha parlato con orgoglio dei “risultati più che soddisfacenti” nel primo anno di attività dell’impianto fotovoltaico e di “segnale nei confronti del territorio” proprio perché “la scuola è l’ambiente educativo per eccellenze ed è quindi un nostro dovere insegnare l’importanza dell’educazione ambientale”.

Il titolare di Villa Recalcati, Dario Galli, è così intervenuto: “Avete avuto l’onore di aver fatto, da apri pista, come prima scuola con impianto fotovoltaico significativo e visti i risultati è già previsto di triplicare l’installazione portando la potenza dell’impianto dagli attuali 40 a 120 chilowatt”. Il Presidente Galli ha inoltre sottolineato la presenza di un efficace pannello all’ingresso della scuola con le rilevazioni, in tempo reale, di tutti i dati relativi all’attività dell’impianto già attivo al ‘Keynes’. Il numero uno di Villa Recalcati ha inoltre illustrato dettagliatamente il progetto “Varese Provincia Solare” non solo in relazione agli “interventi già previsti e immediati in cinque istituti. Successivamente provvederemo all’installazione fotovoltaica in altre undici scuole. Si tratta dell’intervento più significativo in Lombardia”, ma anche con una precisa descrizione dei “risparmi del 20% sulla bolletta elettrica, che la Provincia si aspetta di avere”. Infatti come ha poi proseguito il Presidente Galli “siamo i primi in tutta Italia ad aver una programmazione così articolata a livello di istallazione di impianti fotovoltaici, solari e geotermici in edifici dedicati alla pubblica amministrazione e nelle scuole di nostra proprietà. Il progetto prevede la posa di impianti per un totale di 1.400 chilowatt”. Concludendo il suo intervento il Presidente Galli ha sottolineato il “messaggio positivo di salvaguardia dell’ambiente, che serve anche ai ragazzi”.

È intervenuto anche l’Assessore all’Edilizia Provinciale e Patrimonio, Gianfranco Bottini, che visibilmente compiaciuto per questo primo successo ha ribadito che : “Il problema del risparmio energetico è un concetto che si esprime a 360° e su questo siamo impegnati prioritariamente anche in collaborazione con l’assessorato all’Ecologia ed Energia perché l’obiettivo si raggiunge sia con l’istallazione di impianti che sfruttano le fonti di energia rinnovabile, ma anche con interventi di manutenzione finalizzati a migliorare l’isolamento degli ambienti e ancora con comportamenti virtuosi. Poi, occorre ricordare che per gli edifici in costruzione, invece sono già contemplati tutti gli interventi per abbattere l’utilizzo di fonti energetiche tradizionali” e qui l’Assessore Bottini ha fatto un preciso riferimento al “Candiani di Busto, dove sono contemplati geotermico, solare e fotovoltaico”. A chiosa del suo intervento, l’Assessore Bottini ha affermato che “tra le scuole interessate all’istallazione del fotovoltaico ve ne sono alcune che ancora hanno una copertura in amianto. Andremo quindi ad incidere sulle fonti energetiche, ma completeremo anche l’eliminazione dei tetti in amianto su tutte le nostre scuole”.

All’incontro erano presenti anche i dirigenti scolastici degli istituti coinvolti nel progetto “Varese Provincia Solare”.