• Articolo , 29 ottobre 2009
  • Educazione ambientale, la Regione lancia ‘Transformer’

  • Lezioni, un concorso e visite guidate alla Revet di Pontedera e al termovalorizzatore di Sienambiente di Fosci (Poggibonsi) per i ragazzi delle scuole medie. Questa l’essenza della campagna di educazione ambientale ‘Transformer, energia dai rifiuti’, realizzata dalla Regione Toscana in collaborazione con Giunti progetti educativi. ‘Transformer’ si rivolge ai ragazzi dai 10 ai 13 anni. […]

Lezioni, un concorso e visite guidate alla Revet di Pontedera e al termovalorizzatore di Sienambiente di Fosci (Poggibonsi) per i ragazzi delle scuole medie. Questa l’essenza della campagna di educazione ambientale ‘Transformer, energia dai rifiuti’, realizzata dalla Regione Toscana in collaborazione con Giunti progetti educativi.
‘Transformer’ si rivolge ai ragazzi dai 10 ai 13 anni. Giunti, su indicazione della Regione, ha realizzato una pubblicazione pensata per i ragazzi e gli insegnati che racconta le varie fasi del ciclo integrato dei rifiuti, dalla raccolta differenziata al recupero di materia tramite riciclo, al recupero di energia tramite termovalorizzazione.
«Vogliano parlare ai ragazzi e alle loro famiglie in maniera semplice e diretta – spiega l’assessore regionale all’ambiente Anna Rita Bramerini- mostrando loro come è possibile trasformare i residui della nostra società, i rifiuti, in una risorsa, ottenendo energia e nuove materie prime. Certo, si tratta di argomenti delicati, ma crediamo sia importante sensibilizzare le giovani generazioni su questo tema e stimolare in loro comportamenti positivi ed ambientalmente sostenibili». Il lavoro sulla campagna ‘Transformer’ è già iniziato: tutte le 350 scuole medie della Regione sono state contattate e già 100 di esse hanno aderito al progetto richiedendo il materiale e prenotando una o più visite d’istruzione alla Revet, la maggiore azienda toscana che si occupa di riciclo. La visite inizieranno nel mese di novembre e proseguiranno fino a fine aprile. Il calendario fino a gennaio è già tutto prenotato.
Le classi che hanno partecipato alle visite ma anche quelle che non hanno potuto o voluto farlo potranno aderire ad un concorso a premi. Ai ragazzi viene chiesto di realizzare un breve video (massimo 2 minuti) tramite telefonino, videocamera o fotocamera. I temi tra cui scegliere sono due: ‘come i rifiuti possono trasformarsi in qualcosa di utile’, oppure ‘come ridurre i rifiuti’. Ogni elaborato dovrà avere un titolo.
Saranno premiati i sei video più creativi e originali. Le prime tre classi classificate vinceranno un netbook per l’insegnante ed un kit ambientale per ogni alunno. Alla quarta, quinta e sesta classificata andranno invece tre biblioteche scientifiche del valore di 100 euro ciascuna. Per informazioni sul concorso o sull’iniziativa ‘Transformer’ rivolgersi a Giunti progetti educativi, tel: 055-5062314, email: proed.promo@giunti.it