• Articolo , 25 ottobre 2010
  • Efficienza energetica e rinnovabili: mix perfetto per il futuro algerino

  • Il governo algerino si prepara a potenziare la produzione di energia da fonti rinnovabili che potrebbe, entro il 2040, coprire circa il 35% della domanda energetica nazionale. Grazie a un ambizioso programma che punta a rafforzare la collaborazione con soggetti esteri e a contenere i consumi interni

(Rinnovabili.it) – E’ una delle nazioni della fascia del Magreb ad offrire le prospettive di crescita più interessanti nel comparto delle rinnovabili tanto che ora l’Algeria vuole fare della sua produzione di energia verde una vera e propria missione di sviluppo per i prossimi anni. Il suo è infatti un potenziale energetico “verde” che potrebbe crescere in maniera significativa soprattutto nei prossimi anni. Un trend particolarmente positivo confermato dai grandi investimenti fatti dalla nazione nordafricana soprattutto per la realizzazione nella città di Koléa della “terza torre solare al mondo”:http://www.rinnovabili.it/nel-futuro-algerino-la-terza-torre-solare-del-mondo595539 e per il completamento, entro quest’anno, del “primo impianto eolico”:http://www.rinnovabili.it/eolico-in-algeria-la-prima-centrale-a-adrar595478 da 10 MW, nella provincia meridionale di Adrar. Un potenziale tanto significativo che anche le stime di crescita della produzione di energia da fonti rinnovabili, secondo quanto ha rivelato oggi il Portale Algerino delle Energie Rinnovabili, sono destinate a crescere sensibilmente nei prossimi anni. Entro il 2020, infatti, le fonti rinnovabili saranno in grado di produrre tra il 6 e l’8% dell’elettricità consumata a livello nazionale, una percentuale che potrebbe addirittura sfiorare il 35% nel 2040.
Una lunga corsa verso un futuro “più green” che la nazione sta portando avanti anche grazie a uno sforzo del governo nello sviluppo di progetti per la produzione di energia verde e per l’implementazione di sistemi di efficientamento energetico. Secondo quanto comunica sempre il Portale Algerino, il ministro Youcef Yousfi ha annunciato che il dipartimento nazionale dell’energia e delle miniere presenterà entro fine anno al governo un “ambizioso programma” per lo sviluppo della produzione energetica da fonti rinnovabili che comprenderà “un certo numero di progetti” in cui verranno coinvolti, con molta probabilità, anche soggetti esteri. Nei programmi dell’esecutivo algerino c’è anche la preparazione di un Programma nazionale quadriennale in materia di Energie – il PNME che punta a ridurre in misura considerevole e monitorare i consumi elettrici su scala nazionale anche attraverso la distribuzione di circa 5 milioni di lampade a basso consumo.