• Articolo , 21 dicembre 2009
  • Efficienza energetica nelle scuole

  • L’obiettivo è quello di migliorare l’efficienza energetica nell’edilizia scolastica attraverso un percorso educativo a più fasi che coinvolge, con operatori e tecnici del settore, anche gli studenti, gli insegnanti e le famiglie. Ha fatto tappa a Partinico, nei locali dell’Ipsia Corbino, il progetto “Educa – Rue” cofinanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Energia Intelligente […]

L’obiettivo è quello di migliorare l’efficienza energetica nell’edilizia scolastica attraverso un percorso educativo a più fasi che coinvolge, con operatori e tecnici del settore, anche gli studenti, gli insegnanti e le famiglie. Ha fatto tappa a Partinico, nei locali dell’Ipsia Corbino, il progetto “Educa – Rue” cofinanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Energia Intelligente in Europa che vede insieme nove Enti locali, tra i quali la Provincia di Palermo, per sviluppare un modello di intervento su alcune scuole del territorio : a Palermo il liceo scientifico Cannizzaro, gli istituti tecnici Maiorana e Rutelli, il liceo classico Umberto I e a Partinico, appunto, l’Ipsia Corbino. Qui gli studenti delle quinte classi dopo la fase di formazione hanno avviato quella progettuale per un piano di efficienza energetica che sarà portato a compimento entro la prima metà del mese di dicembre. “Considerato l’elevato consumo di energia degli edifici e la grande potenzialità di risparmio energetico – ha detto l’assessore provinciale all’Ambiente vito Di Marco che ha dato il via al primo incontro – abbiamo deciso di impegnarci in questo progetto con i nostri partner europei Italia, Regno Unito, Spagna e Germania per cercare di raggiungere un miglioramento nell’efficienza energetica eliminando gli sprechi e rendendo ciascun edificio di nostra proprietà energicamente completo e all’avanguardia”.
In particolare l’obiettivo specifico del progetto è quello di creare un modello di immobile all’avanguardia che sia di riferimento per i progettisti e per i soggetti che operano nel settore.
“ L’adesione della Provincia a questo programma – commenta il Presidente Giovanni Avanti – è un ulteriore elemento che si aggiunge alle iniziative di salvaguardia ambientale che stiamo mettendo in atto per la promozione dell’utilizzo di fonti di energia rinnovabili attraverso la formazione del personale interno e sensibilizzando docenti e studenti sull’importanza di evitare sprechi di energia”.