• Articolo , 6 settembre 2010
  • Efficienza energetica, un lustro da record per l’Italia

  • L’Autorità per l’Energia ha reso noti oggi i dati sull’efficienza energetica raggiunta dal sistema-paese per il quinquennio 2005-2009. Risparmiati circa 6,7 milioni di Tep e 18 milioni di tonnellate di anidride carbonica non immesse in atmosfera

(Rinnovabili.it) – Un vero e proprio record è stato quello che il nostro sistema-paese è stato in grado di ottenere negli ultimi cinque anni sul fronte dell’efficienza energetica, con risultati positivi e incoraggianti per consumatori e ambiente. A certificare questa nota più che positiva per l’Italia è stata oggi l’Authority dell’Energia che ha stimato tagli ai consumi per circa 6,7 milioni di Tep e un risparmio di circa 18 milioni di tonnellate di anidride carbonica. Valori che sono superiori agli obiettivi fissati per il quinquennio 2005-2009 ed equivarrebbero alla produzione annua di una nuova centrale elettrica da oltre 750 MW o ai consumi annui di una città di quasi 1,8 milioni di abitanti. I dati sono stati comunicati dall’Autorità per l’Energia che ha approvato, con la delibera EEN 12/10, un’ultima tranche di 215 milioni di euro di finanziamenti per la promozione dell’efficienza energetica, attraverso il meccanismo dei certificati bianchi.
Secondo i dati resi noti oggi, gli incentivi erogati dall’avvio del meccanismo (gennaio 2005) ad oggi, raggiungono il totale di 531 milioni di euro che si sono tradotti in benefici da 5 a 10 volte superiori ai costi. “L’impegno a favore di un utilizzo sempre più efficiente dell’energia, attraverso il meccanismo dei certificati bianchi – ha sottolineato il Presidente dell’Autorità Alessandro Ortis – si sta dunque dimostrando particolarmente conveniente, migliore di ogni altra iniziativa attuata per contribuire a ridurre la nostra dipendenza dalle importazioni ed a contenere le emissioni di CO2. Va pure ricordato che ogni decisione pro risparmio energetico, anche per le nostre case, ha il vantaggio di dare ritorni immediati, riducendo subito la bolletta individuale”.
Vantaggi che i consumatori hanno potuto vedere da subito, come ricorda la stessa nota dell’Autorità “se, ad esempio, una famiglia investe in tecnologie efficienti può ottenere i seguenti vantaggi economici, valutati secondo ipotesi conservative: – 67 euro/anno di risparmio per la sostituzione di scaldacqua elettrico con scaldacqua a metano; – 104 euro/anno di risparmio per l’installazione di caldaia a 4 stelle di efficienza alimentata a gas; – tra 109 e 149 euro/anno di risparmio per l’installazione di 5 mq di collettori solari per la produzione di acqua calda (in località con temperature medie); – tra 83 e 272 euro/anno di risparmio per l’installazione di pompe di calore elettriche ad aria esterna in luogo di caldaie in abitazioni localizzate in una zona climatica con temperature medie”.