• Articolo , 30 marzo 2009
  • Egitto, nuovo polo per gli investimenti nelle rinnovabili

  • Luogo ideale per la produzione di energia solare, eolica e da biocarburanti, l’Egitto sta sviluppando uno schema di incentivi ad hoc per attrarre nuovi investitori dall’estero

Le condizioni geo-climatiche la favoriscono e perché allora non rendere la terra egiziana mercato competitivo per le rinnovabili? Su questa consapevolezza prende il via un vasto programma di riforme promosse dal Governo de Il Cairo e destinato ad incentivare gli investimenti del settore, in particolare quelli rivolti al biodiesel e all’eolico. La grande abbondanza di terreni che ben si prestano alla coltivazione di biocarburanti e i forti venti di molte regioni, che ad oggi rendono lo Stato primo produttore di energia del vento della regione africana, sono un punto di forza ancora da sfruttare. Lo schema predisposto, congiuntamente all’introduzione di una Tariffa Unica per gli impianti eolici, prevede un aiuto su tutto l’iter che procedurale: dal lato amministrativo con lo snellimento delle pratiche burocratiche tramite la creazione di un unico soggetto a gestione delle richieste di autorizzazione, il GAFI (Autorità Generale per gli Investimenti) a cui spetta il compito di localizzare il sito su aree territoriali dedicate e collegate alla rete nazionale, di identificare partner ed acquisire le licenze necessarie.